Recensione su Lo sciacallo

/ 20147.4323 voti

“se vuoi vincere alla lotteria guadagnati i soldi per il biglietto.” / 24 Marzo 2016 in Lo sciacallo

Thriller che “non mozza” particolarmente il fiato di Dan Gilroy,al suo debutto da regista,con protagonista un vero e proprio “sciacallo” interpretato da un ottimo Jake Gyllenhaal.Si tratta della storia di un ladruncolo occasionale,che improvvisamente colpito dal facile guadagno di un reporter freelance,decide di armarsi di telecamera e cominciare a filmare tutto ciò che la notte “angelina” consegna di più macabro.Privo di qualsiasi etica,”lo sciacallo” avrà una strana aria psicopatica,che accompagnerà il personaggio durante tutto il film,fino ad un finale divenuto a un certo punto scontato e ormai atteso inutilmente come “la sorpresa delle sorprese”.Chiara,a mio avviso,l’ispirazione nello sguardo del tremendo Lou Bloom allo spietato assassino Chigurh di “Non è un paese per vecchi” ed è altrettanto palese come Gilroy sprezzi l’occhio per “Drive” per quanto riguarda ambientazione notturna e sopratutto il numero elevatissimo di scene riprese in auto.Film piacevole nei primi 70 minuti ma che cala drasticamente negli ultimi 50,nel disperato tentativo di ricercare un’originalità che però suona come scontata e totalmente forzata in un contesto dove la linearità forse sarebbe stata più appropriata

Lascia un commento

jfb_p_buttontext