Opera senza autore

/ 20187.39 voti
Opera senza autore

Il film si ispira a fatti realmente accaduti. Kurt è un giovane studente di arte innamorato di Ellie, figlia del dottor Seeband, un medico molto famoso. L'uomo non è favorevole alla relazione fra i due ragazzi e nasconde un pericoloso segreto.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Werk ohne Autor
Attori principali: Tom SchillingSebastian KochPaula BeerSaskia RosendahlOliver MasucciLars Eidinger, Florian Bartholomäi, Hanno Koffler, Rainer Bock, Ulrike C. Tscharre, Pit Bukowski, Ina Weisse, Evgeniy Sidikhin, Johanna Gastdorf, Johannes Allmayer, Jörg Schüttauf, Stefan Mehren, Mark Zak, Bastian Trost, Hans-Uwe Bauer, Hanno Koffler, Jeanette Hain, Jörg Schüttauf, Hinnerk Schönemann, Martin Bruchman, Ben Becker, David Schütter, Andreas Nickl, Cai Cohrs, Franz Pätzold, Jonas Dassler, Rainer Reiners, Lutz Blochberger, Bruno F. Apitz, Pit Bukowski, Michaela Caspar, Luc Feit, Hannes Hellmann, Jacob Matschenz, Stefan Mehren, Manfred Möck, Rainer Reiners, Anton Rubtsov, Chris Theisinger
Regia: Florian Henckel von Donnersmarck
Sceneggiatura/Autore: Florian Henckel von Donnersmarck
Colonna sonora: Max Richter
Fotografia: Caleb Deschanel
Costumi: Gabriele Binder
Produttore: Quirin Berg, Florian Henckel von Donnersmarck, Jan Mojto, Christiane Henckel von Donnersmarck, Max Wiedemann, Filip Hering, Piotr Strzelecki, Jacek Gaczkowski
Produzione: Germania
Genere: Drammatico, Storia
Durata: 189 minuti

Opera didascalica / 12 Luglio 2019 in Opera senza autore

In Opera senza autore l’arte patisce sotto il tallone dell’ideologia in ogni regime: nella Germania nazista, che perseguita quella che chiama «arte degenerata»; nella DDR, che impone il realismo socialista; nella Repubblica Federale Tedesca, che snobba al contrario l’arte figurativa – anche se poi permette al protagonista di trovare la propria voce (un iperrealismo sfocato un tantino deludente, che fa rimpiangere le opere da lui prodotte nella DDR). La stessa morale di plus ça change… si desume dalle vicende del malvagio professor Seeband, medico delle SS prima, e poi in successione rispettato professionista nel regime dell’Est e in Occidente. I fili del destino si serrano ulteriormente quando si scopre che Seeband, che ha fatto uccidere Elisabeth, la zia del protagonista Kurt, è il padre di un’altra Elisabeth, la futura moglie di Kurt.
Oltre che da queste coincidenze vagamente improbabili (in gran parte assenti nelle vicende storiche a cui si ispira il film), Opera senza autore è afflitto da una curiosa atmosfera didascalica: soprattutto nei primi due terzi del film, in cui ogni evento sembra dover impartire una lezione – sia essa la condanna delle atrocità del nazismo e della guerra, o piuttosto la condanna del regime comunista. Non giovano neppure la durata eccessiva (tre ore) e la mancanza di uno scioglimento finale della vicenda. Non è facile credere che l’autore di questo film sia lo stesso dello splendido Le vite degli altri.

Leggi tutto

Un film sull’arte contemporanea / 12 Settembre 2018 in Opera senza autore

Questo film è la migliore approssimazione di una risposta alla annosa questione: “ma cos’ha di bello l’arte contemporanea?”. La risposta di solito è evasiva, e senza un reale impegno di osservazione e riflessione rischia spesso di suonare come una supercazzola. Un film di tre ore invece può fornire l’humus ideale per una riflessione così profonda e permettere di decifrare quella misteriosa inclinazione al coinvolgimento di cui è capace un’opera d’arte pur priva di una chiave di lettura evidente. “Opera senza autore“, nonostante questo prezioso servizio culturale, in sé non è però un film indecifrabile, anzi si culla (con misura e rigore apprezzabili) sui terreni convenzionali della ricostruzione storica e delle relazioni familiari (oltre che a momenti di eccessiva teatralità quasi patetici ma perdonabili, anche per l’insistente contributo della colonna sonora di Max Richter), rinunciando ai conflitti umani per preferire l’illustrazione della fatica di vivere e di fare arte.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.