Nessuno si salva da solo

/ 20156.591 voti
Nessuno si salva da solo

Dal romanzo di Margaret Mazzantini. Delia e Gaetano si sono amati, lasciati e ripresi: ormai sono separati e hanno due figli piccoli. I due ricordano le tappe più importanti della loro tormentata relazione durante una lunga cena.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Nessuno si salva da solo
Attori principali: Riccardo ScamarcioRiccardo ScamarcioJasmine TrincaJasmine TrincaAnna GalienaAnna GalienaMarina RoccoMarina RoccoMassimo BonettiMassimo BonettiValentina Cenni, Massimo Ciavarro, Renato Marchetti, Eliana Miglio, Isabelle Barciulli, Gabriel Farnese, Cosimo Messeri, Ángela Molina, Roberto Vecchioni, Mostra tutti
Regia: Sergio CastellittoSergio Castellitto
Sceneggiatura/Autore: Margaret Mazzantini
Produzione: Italia
Genere: Drammatico, Romantico
Durata: 103 minuti

Dove vedere in streaming Nessuno si salva da solo

Sei e mezzo con margini di miglioramento. / 25 Marzo 2015 in Nessuno si salva da solo

Un film che parla di tematiche molto care, un film che mi ha fatto venire voglia di leggere il libro ma un film anche che sembra un po’ tirato via e appare meno profondo di quanto debba essere in realtà. Con Scamarcio che sembra davvero inadatto in alcuni momenti e il contesto forse troppo velocizzato in alcune parti ho trovato comunque la pellicola molto interessante. Chissà se con due attori diversi avrebbe reso di più, se con un regista diverso avrebbe reso di più ( nulla contro castellito però…) ad ogni modo sono stato felice di averlo visto. Non mi succedeva da un po’ per un film che non fosse americano.

Leggi tutto

5 Marzo 2015 in Nessuno si salva da solo

Riccardo Scamarcio e Jasmine Trinca si ritrovano insieme sul set, dopo innumerevoli collaborazioni in film come La meglio gioventù e Romanzo criminale, per interpretare Gaetano e Delia, i due protagonisti di Nessuno si salva da solo, film diretto da Sergio Castellitto che, successivamente a Non ti muovere (2004) e Venuto al mondo (2012), trasforma per la terza volta in cinema un libro della moglie Margaret Mazzantini.

Attraverso gli sguardi tristi e rabbiosi di due persone che si sono amate e che con tutta probabilità ancora provano dei sentimenti reciproci, il film si butta a capofitto dentro il dolore vivo del disfacimento di una storia d’amore, scavando nella rabbia e nella frustrazione familiari a chi vive questo millennio. Con intensità e senza troppi momenti morti, Castellitto riesce ad inglobare lo spettatore (quasi fosse un terzo incomodo) all’interno di un amore che è nato, cresciuto e poi si è appassito. Tappe di vita raccontate attraverso flashback continui con genuinità, senza troppi fronzoli e artifici, tanto da farle sembrare reali anche a chi non può far altro che assistere.

Il dolore e i risentimenti del presente si alternano alla vita scanzonata di due giovani amanti illuminati dal sole e dai grandi sogni, alleggerendo il peso a questa storia intima, piacevole, ma mai davvero struggente.

Leggi tutto