Recensione su Nessuna verità

/ 20086.5141 voti

NESSUNA NOVITA’ / 3 Gennaio 2017 in Nessuna verità

Una premessa interessante non supportata da uno sviluppo altrettanto attraente. I primi quindici minuti mi avevano spiazzato…il monologo di Russell Crowe lascia decisamente a bocca aperta, una lettura precisa dei giorni nostri…una dolorosa previsione fatta con quasi 10 anni d’anticipo.
Purtroppo la sceneggiatura è noiosa, tortuosa e non particolarmente chiara. Questo difetto doveva essere evidente anche in fase di stesura…non a caso i personaggi passano un sacco di tempo seduti ad un tavolo per definire meglio cosa è appena accaduto. Uno schema che diventa sempre più ripetitivo. Scena d’azione seguita da scena del tavolino per spiegarci la scena d’azione. In più è chiaramente scritta da un americano. Scene come quella della “cavalleria” o battute tipo “Voi americani siete incapaci di segretezza perché siete una democrazia.” le può concepire solo un americano.

La mano di Ridley Scott è appena appena riconoscibile e le interpretazioni di Crowe e DiCaprio non sono poi così seducenti. Fotografia banale in stile “medio oriente” e scenografie piatte ma affollate.

Una tortura di 2 ore piene che vi lascerà l’amaro in bocca. Durante la visione mi sentivo come il personaggio interpretato da Crowe…distaccato ed intento a fare qualcos’altro.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext