Nelly e Mr. Arnaud

/ 19957.416 voti
Nelly e Mr. Arnaud

Nelly sta per cambiare radicalmente la propria vita e, in un momento di grande precarietà, fa la conoscenza di Pierre Arnaud, un distinto e ricco signore, ex-magistrato, che ha bisogno di un aiuto per scrivere al computer l'ultima stesura della sua biografia.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Nelly & Monsieur Arnaud
Attori principali: Emmanuelle BéartEmmanuelle BéartMichel SerraultMichel SerraultJean-Hugues AngladeJean-Hugues AngladeClaire NadeauClaire NadeauMichael LonsdaleMichael LonsdaleFrançoise Brion, Michèle Laroque, Jean-Pierre Lorit, Michel Albertini, Coraly Zahonero, Graziella Delerm, Olivier Pajot, Alexandre Chappuis, Charles Berling, Mostra tutti

Regia: Claude SautetClaude Sautet
Sceneggiatura/Autore: Claude Sautet, Jacques Fieschi, Yves Ulmann
Colonna sonora: Philippe Sarde
Fotografia: Jean-François Robin
Produttore: Alain Sarde, Antoine Gannagé
Produzione: Germania, Francia, Italia
Genere: Drammatico, Romantico
Durata: 106 minuti

Dove vedere in streaming Nelly e Mr. Arnaud

La misura dei sentimenti / 28 Dicembre 2018 in Nelly e Mr. Arnaud

Bella storia di una donna che non riesce a trovare la misura dei suoi coinvolgimenti sentimentali. Si separa dal marito, ma poi rimane male alla notizia che l’uomo ha trovato una nuova compagna; non vuole approfondire troppo e troppo in fretta il legame con l’editore Vincent, ma soffre quando questi si allontana da lei; non soddisfa l’amore impossibile di Monsieur Arnaud, ma si rattrista per la sua partenza. La Béart rende il proprio personaggio con una recitazione spesso concisa, fatta di oui e non pronunciati con decisione. Michel Serrault impersona in modo magistrale un borghese dai mille aspetti, sazio della vita ma non ancora completamente. Ultimo film – purtroppo – di Claude Sautet.

Leggi tutto

L’amore pensato. / 15 Febbraio 2014 in Nelly e Mr. Arnaud

Pellicola semplice (nella messinscena, ma non nelle tematiche) e raffinata, supportata da un’ottima interpretazione di Serrault, mobile, intenso, reale e realistico. La Béart è uno splendido simulacro, volutamente dimesso sotto abiti informi che, però, poco possono contro un’eleganza naturale esaltata da piccoli dettagli (orecchini, acconciatura solo apparentemente monacale) su cui si concentrano gli interessi, variamente modulati, degli uomini che la circondano.
Su tutti, prevale quello, inespresso ma palpabile, di Monsieur Arnaud che, attratto da lei, sviluppa passioni e palpiti creduti sopiti.
La sublimazione del sentimento per Nelly si esprime nel viaggio (un periplo) con l’ex moglie, inatteso, improvviso, che sembra sottendere un non-ritorno, perché incerto nella durata e nelle tappe.

Forse, a torto, le sequenze finali mi hanno ricordato quelle, sibilline, di Lost in translation della Coppola.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.