Qualcosa da Alice

/ 19887.750 voti
Qualcosa da Alice

La piccola Alice sta giocando nella sua cameretta quando ad un tratto il coniglio impagliato nella teca di vetro prende vita, si libera e corre via, non prima però di essersi vestito a dovere e di aver controllato trafelato l'ora sul suo elegante orologio; la piccola, incuriosita più che spaventata, decide di seguirlo: sarà l'inizio di un surreale viaggio in un mondo fantastico, in bilico tra sogno e realtà. Libera trasposizione su pellicola del celebre romanzo di Lewis Carroll 'Alice nel Paese delle Meraviglie'.
laschizzacervelli ha scritto questa trama

Titolo Originale: Něco z Alenky
Attori principali: femminaKristýna Kohoutová
Regia: Jan ŠvankmajerJan Švankmajer
Produttore: Keith Griffiths, Peter-Christian Fueter, Michael Havas
Produzione: Svizzera, Repubblica Ceca, Germania, Gran Bretagna
Genere: Horror, Fantasy, Animazione
Durata: 86 minuti

Dove vedere in streaming Qualcosa da Alice

Forbici e coltelli / 2 Dicembre 2018 in Qualcosa da Alice

Una trasposizione del romanzo di Carroll diversa dal solito.
Molto più “concreta” rispetto al libro: l’ambientazione è la casa della bambina, i personaggi sono giocattoli, e l’unica voce è quella di Alice stessa. Tra l’altro, non c’è musica, ma “solo” il rumore delle cose.
Paradossalmente, però, è proprio la concretezza a rendere il film più onirico del libro, a dare cioè l’impressione del sogno (che invece, a mio parere, manca nel romanzo). Peraltro, un sogno vagamente inquietante, anche se non l’ho trovato morboso ed “horror” come ho letto invece in alcuni commenti in giro.
Ottima la realizzazione tecnica e la creatività; però l’ho trovato un po’ noioso.

Leggi tutto

“In tutto c’è una morale, se si sa trovarla” – Lewis Carroll / 3 Gennaio 2014 in Qualcosa da Alice

Tutto quel che può rendere inquietante un giocattolo o un oggetto inanimato, qui c’è: dagli occhi di vetro perennemente sbarrati del Bianconiglio, al viso cristallizzato delle bambole di porcellana, all’accozzaglia di elementi anatomici che compongono i piccoli mostri che imprigionano Alice, ogni dettaglio concorre a creare e ad incrementare l’atmosfera disturbante del racconto.
Il finale, oscuro, è pesante come una pietra tombale.

Leggi tutto

L’incubo di Alice / 11 Settembre 2013 in Qualcosa da Alice

L’Alice di Švankmajer, girato con la tecnica del “passo uno“, è un’ottima rivisitazione del testo di Carroll; risulta affinemente onirico e inquietante, sicuramente più fedele del cartoon Disney, dimostrando una volta di più che non si tratta di una storia per bambini.
Un caos composto di ciarpame, stracci e segatura, pupazzi mostruosi e grossolani, vecchie bambole di porcellana in perfetto stile horror che si muovono su fondali da vecchia soffitta e teatrino delle marionette.
Ticchettii, scricchiolii e gocciolii di fondo completano il quadro, per un perfetto incubo notturno.

Leggi tutto

26 Marzo 2013 in Qualcosa da Alice

Beh,è strano forte:non un solo effetto speciale,eppure non c’è niente di reale…il bianconiglio credo che sia un coniglio imbalsamato,il cappellaio matto è uno schiaccianoci,la regina di cuori è presa da una carta da gioco,Alice rimpicciolita è una bambola di porcellana con gli stessi vestiti dell’attrice,e il brucaliffo è un calzino con la dentiera..! Davvero originale e deliziosamente macabro,un altro tipo di “Paese delle Meraviglie”!

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.