Recensione su Munich

/ 20057.1192 voti

Non il migliore ma comunque grande Spielberg / 28 Ottobre 2016 in Munich

Steven Spielberg parte dai tragici fatti delle Olimpiadi di Monaco del 1972 e crea un thriller storico/drammatico che ben mescola gli eventi noti a quelli della rappresaglia voluta contro 11 esponenti del terrorismo palestinese ritenuti colpevoli dai servizi segreti israeliani, che formano quindi una squadra composta da cinque persone il cui scopo è proprio neutralizzare questi obiettivi. Tra omicidi, incidenti, tradimenti, scontri con altri servizi segreti, la missione va avanti, ma una cosa è certa: i personaggi coinvolti, soprattutto il protagonista, non potranno più essere gli stessi. Un film molto lungo, a tratti forse un po’ tedioso a dire il vero che però si riprende alla grande mescolando bene la storia nota con quella non ufficiale. Ben caratterizzati i vari personaggi, molto belle le numerosissime ambientazioni nelle quali si svolge il film. Spielberg insomma non avrà fatto il capolavoro dei capolavori, ma comunque il suo marchio si vede eccome, e, nonostante la lunghezza e qualche momento un po’ di stanca, è un film che merita eccome. Anche per il cast: Eric Bana, Daniel Craig, Ciaran Hinds, Mathieu Kassovitz e Geoffrey Rush su tutti.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext