Recensione su Mi sdoppio in quattro

/ 19965.747 voti

Noiosetto / 10 Febbraio 2016 in Mi sdoppio in quattro

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Doug (Michael Keaton) lavora in un’impresa di costruzioni ed è subissato dal lavoro e dagli impegni in famiglia. Conosce uno scienziato capace di clonare gli esseri umani, e, per trovare più tempo per la sua famiglia, decide di farsi creare un clone che lavorerà al suo posto. La situazione precipita con l’arrivo di altri due cloni, che metteranno in subbuglio la sua vita.
Commedia abbastanza noiosa e mal sfruttata. Avere 4 Michael Keaton con personalità diverse poteva se non altro portare a qualcosina in più, invece il film si accontenta di mostrare i problemi causati dai cloni soprattutto nella sua vita matrimoniale (e anche nel lavoro), fino al finale, scontatissimo. Peccato, perché come detto si poteva ambire a qualcosa di più. Alcune scene infatti sono anche divertenti, ma da sole non bastano. Inoltre una durata inferiore secondo me avrebbe fatto bene al film. Bravo Michael Keaton, ma da solo (anche se clonato) non basta.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext