?>Recensione | Mulholland Drive | Senza titolo

Recensione su Mulholland Drive

/ 20017.9529 voti

31 dicembre 2011

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

E fu allora che lo vidi,ipnotizzato dal suo oscillare mi indusse in contemplazione ,estasi della mente e oppio dei popoli mi affascinò a tal punto da non riuscire a capire la sua ragion d’essere e allora m’incupii fino a diventare un mollusco, inutile, per sino ripugnante alla vista tanto da farmi rinchiudere in questo buco dove la luce solare non arriva e solo una fiamma artificiale rischiara i miei giorni bui, non resta che aspettare e tendere l’orecchio per sentire i passi vellutati che ogni volta sembrano sempre volermi avvertire di qualcosa di indefinito,un segreto che rimarrà sepolto in fondo al mio cuore di bambino troppo cresciuto per poter credere ancora alle( loro) favole.
Dove mi porterà non lo so
In questo momento dubito di me tesso continuamente.
Ma a questo punto che importa ?
Apro la mano in attesa
Un leggero tremolio rivela la tensione che mi pervade.
Ho paura del futuro che mi attende
La chiave mi sembra essere troppo pesante
Un fardello che non volevo
Sembra presagire future sventure
Questa è la mia vita,sembra di stare a teatro,il pubblico pagante è disorientato dalle vicende messe in scena
Un’ora sola ti vorrei ma la mia ora non è ancora arrivata e disprezzo le mie paure.
Analfabeta dei sentimenti porto con me la gelosia che tu mi procuri.
Incubo senza fine non riesco a svegliarmi
Sei reale ?
O sei solo la fantasia di una mente malata?
Allora se così fosse perché mi sembra di impazzire?
Il film
Spiazzante , geniale in tute le sue componenti, magistralmente diretto , inesorabilmente porta lo spettatore ad aprire le porte della percezione che (a parer mio) ogni tanto bisognerebbe varcare
Come in un sogno che a poco a poco si trasforma in un incubo atroce da cui vorresti uscire al più presto.
Emozionante,criptico,ma assolutamente godibile nel suo fluire filmico vede all’opera due protagoniste bellissime e perfettamente in parte,la Watts al suo primo ruolo importante è semplicemente straordinaria,basta guardarla nella sequenza del provino per rendersene conto
noir atipico e originale mette in scena molte emozioni,gelosia,paura e desiderio si mescolano abilmente,la trama è un punto interrogativo ,meglio lasciarsi andare alle emozioni che l’opera trasmette senza farsi condizionare dalla logica,guardare i protagonisti addentrarsi in questo labirinto è un piacere,come detto la Watts è bravissima ,ma anche la Harring fa la sua bella figura,la loro bellezza intriga,l’erotismo che riescono a riversare sullo spettatore è palpabile ed è assicurato dalla splendida sequenza saffica che le vede protagoniste… una goduria per noi maschietti vedere tale spettacolo,uno dei film più belli diretti da un grande regista che non smette di sorprendere.

Il lato oscuro della luna,confesso che ne sono attratto,se mi guardo indietro mi sembra che da sempre eserciti su di me un’attrazione irresistibile ,le giornate mi paiono un insulso spettacolo che consuma le mie energie,le notti invece …oh si le notti sono tutt’altra cosa,rinvigorisco e ballo sotto la volta celeste elargendo perle di saggezza agli stolti che incrociano il mio cammino sentendomi (finalmente) vivo così da non pensare più al tuo amore svanito che d’ora in poi concederai al porco di turno saziando i tuoi appetiti…
perché devi sapere
i vecchi sono impazziti i bambini hanno paura e io che non sono ne uno ne l’altro sto in mezzo al guado
Aspettando(ti)

Lascia un commento

jfb_p_buttontext