?>Recensione | Mr. Beaver | Senza titolo

Recensione su Mr. Beaver

/ 20116.5122 voti

21 settembre 2011

Mel Gibson era sparito dalle scene da un pezzo e, dopo il buon ritorno con “Fuori Controllo”, in questo “Mr. Beaver” decide di mettersi sotto la lente d’ingrandimento e porta sullo schermo un personaggio che è il riflesso dei suoi recenti trascorsi personali. Come Mickey Rourke in “The Wrestler” così qui Mel Gibson costruisce il personaggio dell’imprenditore depresso sulla sua persona e lo abbellisce con quel pizzico di humour che la sua espressione gli consente. Il risultato, almeno personale, è pregevole, la sua interpretazione è ottima (uno come lui che parla con un pupazzo per tutto il film senza sembrare a sua volta un pupazzo è sopraffino).
Il film ha qualche peccatuccio, specialmente nella parte che riguarda il figlio maggiore di Mel (sembra braccato da una sorta di polizia scolastica solo per aver venduto due tesine…qui in Italia è la normalità ecco perchè forse viene percepito come eccessivo nel film), ma la regia della Foster (che è pure interprete accanto a Gibson) è moderata e accurata. Niente eccessi o maniersimi, il che la rende apprezzabile.
Brava anche la fidanzata del figlio di Gibson, già vista nel bellissimo “Un gelido inverno”.

2 commenti

  1. Stefania / 21 settembre 2011

    A pelle, non gli darei due lire…

  2. henricho / 22 settembre 2011

    Ero curioso di vedere come se la sarebbe cavata…ma sembra disperato qui come nella vita, per cui non posso dire che sia proprio una vaccata 😉

Lascia un commento

jfb_p_buttontext