Monsieur Verdoux

/ 19478.371 voti
Monsieur Verdoux

Dopo trentacinque anni di onesta carriera in banca, Henri Verdoux viene licenziato. Nei tre anni successivi, per consentire una vita dignitosa a moglie e figlio e per assecondare una sua inclinazione paranoica, si dedica alla truffa, alla poligamia, al furto e all'omicidio, sempre a discapito di donne di mezza età, vedove o illibate, che egli seduce e poi turlupina.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Monsieur Verdoux
Attori principali: Charlie ChaplinMady CorrellAllison RoddanRobert LewisAudrey BetzMartha Raye, Ada May, Isobel Elsom, Marjorie Bennett, Helene Heigh, Margaret Hoffman, Marilyn Nash, Irving Bacon, Edwin Mills, Virginia Brissac, Almira Sessions, Eula Morgan, Bernard Nedell, Charles Evans, William Frawley, Arthur Hohl, Barbara Slater, Fritz Leiber, Vera Marshe, John Harmon, Richard Abbott, Warren Ashe, Gertrude Astor, Wilbur Mack, Barry Norton, Edna Purviance, Herbert Evans, Ralph Brooks, Wheaton Chambers, James Craven, Joseph Crehan, Bert Stevens, Albert D'Arno, George Dee, Carlo Schipa, Ralph Montgomery, Cyril Delevanti, Wheeler Dryden, Elspeth Dudgeon, Ella Ethridge, Franklyn Farnum, Joseph Granby, Boyd Irwin, Pierre Watkin, Colin Kenny, Bert LeBaron, Ruth Lee, Carl M. Leviness, Therese Lyon, Lester Matthews, Harold Miller, Paul Newlan, Albert Petit, Frank Reicher, Addison Richards, Charles Wagenheim, Suzanne Ridgeway, Jeffrey Sayre, William Self, C. Montague Shaw, Nanette Vallon, Herb Vigran
Regia: Charlie Chaplin
Sceneggiatura/Autore: Charlie Chaplin
Colonna sonora: Charlie Chaplin, Georg Kreisler
Fotografia: Roland Totheroh
Produttore: Charlie Chaplin
Produzione: Usa
Genere: Commedia, Poliziesco
Durata: 124 minuti

Il capolavoro di Chaplin / 17 Agosto 2012 in Monsieur Verdoux

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Charlie Chaplin definì Monsieur Verdoux “Il più intelligente e brillante dei miei film”. Quanto aveva ragione.
Se v’aspettate un film divertente e comico, come generalmente sono i film di Chaplin, vi sbagliate di grosso. Qui infatti il protagonista non è il mite Charlot, ingenuo e sbadato ma colmo d’ottimismo e bontà verso il mondo, bensì Monsieur Verdoux, un uomo che ,dopo aver perso il lavoro, per mantenere la famiglia abborda e sposa ricche anziane single per poi ucciderle ed impossessarsi del loro patrimonio.
Verdoux ha in sè due personalità: tenero e sensibile padre di famiglia e caritatevole verso i meno fortunati (esemplare la scena in cui risparmia la vita di una giovane), ma allo stesso tempo cinico e spietato quando svolge il suo “lavoro” (in fondo, come dice Verdoux stesso, “siamo in un mondo spietato e bisogna essere spietati per difendersi”). Solo alla fine, con i soldi persi e la famiglia sfaldata, un Verdoux disilluso e scoraggiato decide di consegnarsi alla polizia per espiare il suo debito, pur rimarcando nel suo discorso finale, prima d’essere ghigliottinato, quanto poco si senta colpevole se paragonato alla società che tanto lo accusa, autrice di ben più efferati omicidi (“Se parliamo poi di massacri, non abbiamo autorevoli esempi? In tutto il mondo si fabbricano ordigni sempre più perfetti per lo sterminio in massa della gente, e quante donne innocenti e bambini sono stati uccisi senza pietà, e magari in modo più “scientifico”! Eh, come sterminatore sono un misero dilettante, al confronto.”).
Un film che invita alla riflessione, fortemente pessimistico verso l’umanità e il sistema economico, ma che presenta anche notevoli scene comiche, tra le migliori della produzione di Chaplin (i tentati omicidi sulla barca sono da antologia). Monsieur Verdoux rappresenta il culmine del genio maestoso ed immenso ch’era Charlie Chaplin.

Leggi tutto

5 Agosto 2012 in Monsieur Verdoux

Si tratta di una commedia garbata e molto articolata che alterna momenti di pura comicità ai limiti dello slapstick ad altri veramente drammatici, da puro mélo.
Qualche taglio narrativo qua e là gli avrebbe giovato, ma tutto sommato è una pellicola molto godibile, con un Chaplin grande mattatore.