2011

L'arte di vincere

/ 20116.8199 voti
L'arte di vincere
L'arte di vincere

Billy Beane, general manager di una squadra di baseball piegata dalle sconfitte e dalla mancanza di fondi e di nomi di grido, tenta la strada del riscatto con l'aiuto di un giovane laureato in economia, Peter Brand, e delle sue teorie estranee alla realtà del gioco ma ancorate alla solida logica della statistica.
scimmiadigiada ha scritto questa trama

Titolo Originale: Moneyball
Attori principali: Brad PittJonah HillPhilip Seymour HoffmanRobin WrightChris PrattStephen Bishop, Brent Jennings, Ken Medlock, Tammy Blanchard, Jack McGee, Vyto Ruginis, Nick Searcy, Glenn Morshower, Casey Bond, Nick Porrazzo, Chris McGarry, Reed Diamond, Kerris Dorsey, Arliss Howard, Reed Thompson, James Shanklin, Diane Behrens, Takayo Fischer, Derrin Ebert, Miguel Mendoza, Gerardo Celasco, Spike Jonze, Ken Rudulph, Joe Satriani, Simon James, Bob Costas, Tim McCarver, Eddie Frierson, John Brantley Cole, Jake Wilson, Keith Middlebrook, Blake Pike, Gary 'G. Thang' Johnson, Ari Zagaris, Holly Pitrago, Ken Colquitt, Eric Winzenreid, Jack Knight, Joyce Guy, Mark Alkofer, Lucy Angelo, Zachary Culbertson, Savannah Lathem, John Lobato, Thomas W. Stewart, Jonathan Sanders, Marcus D. Spencer, Margaret Newborn, Jaclyn Rose, Cabran E. Chamberlain, Sergio Garcia, Reasha Honaker, Erich Hover, David Hutchison, Sam B. Lorn, Dwight Turner, Gregor Manns, Erin Pickett, Anthony Santana, Kathryn Morris, Lisa Guerrero, Ed Montague, Eric Winzenried, Artie Harris, Joe DiMaggio, Jeffrey W. Jenkins, Ray Medved
Regia: Bennett Miller
Sceneggiatura/Autore: Steven Zaillian, Aaron Sorkin
Colonna sonora: Mychael Danna
Fotografia: Wally Pfister
Costumi: Mark Peterson, Kasia Walicka-Maimone
Produttore: Brad Pitt, Scott Rudin, Michael De Luca, Rachael Horovitz, Sidney Kimmel, Andrew S. Karsch, Mark Bakshi
Produzione: Usa
Genere: Drammatico, Sport, Biografico
Durata: 134 minuti

Veramente bello / 31 Gennaio 2016 in L'arte di vincere

Film decisamente appassionante, per tutti gli amanti dello sport, che può contare su un cast eccellente. E’ riuscito a coinvolgere tantissimo anche me che non sono certo un grande appassionato del baseball. Da guardare assolutamente

Per noi eterni romantici / 20 Ottobre 2015 in L'arte di vincere

Una piacevole sorpresa,per chi come me ha rivisto se stesso ed ha anche versato quella gocciolina su quei zigomi che ne hanno prese di botte! Continuiamo ad essere cosi siamo sulla giusta strada, d’altronde come si fa a non essere romantici con la vita?

L’arte di vincere: uno sport faticoso. / 11 Novembre 2014 in L'arte di vincere

Nonostante la regia apprezzabilmente calibrata, le valide interpretazioni (in primis, Pitt, ovviamente), i buoni tempi narrativi ed il lirismo soggiacente, questo film mi ha annoiata fino allo sfinimento.
Forse, è colpa mia: del baseball ho una conoscenza all’acqua di rose, di sicuro non so nulla di dinamiche di compravendita dei giocatori e la tiritera dello sport come metafora della vita ha iniziato a sembrarmi banale, chi può dirlo.
Certo è che altri film di argomento sportivo non mi sono mai parsi altrettanto faticosi.

Leggi tutto

Da vedere! / 8 Aprile 2013 in L'arte di vincere

Un film che ogni appassionato di baseball come me deve assolutamente vedere.
Un ottimo Brad Pitt capace di dare davvero risalto allo storico personaggio di Billy Beane che ha portato nel baseball la rivoluzione delle subermetrics che ad oggi sono dogma in questo sport!

Trovo la trama molto avvincente e che ben calca quella fantastica stagione degli Athletics!

Da vedere anche per i non appassionati!

Leggi tutto

27 Gennaio 2013 in L'arte di vincere

Dalla stessa penna di The Social Network ( e si vede) Moneyball utilizza il baseball, lo sporto americano per eccellenza, per favorire una presa di posizione e riflessioni allo stesso modo di TSN. Il film pecca un po’ di lunghezza, ma solo perchè per metà deve necessariamente parlare di baseball, che io disconosco e mai capirò. Per l’altra metà però si avvale di una sceneggiatura brillante, infarcita di battute sagaci e ciniche, rese alla grande dal personaggio di Brad Pitt, che è davvero bravissimo. Jonah Hill, che io non avrei candidato come miglior attore protagonista ( è troppo), fa da controparte, più pacato e timido, ma essenziale.
La confezione è poi perfetta. La fotografia e i bellissimi scenari innalzano il film, allontanandolo definitivamente da quei film di serie B sullo sport.

Leggi tutto