Durante la tormenta

/ 20186.334 voti
Durante la tormenta

Una falla nel continuum spazio-temporale permette a Vera di salvare la vita a un ragazzo 25 anni prima. Ma, così facendo, perde la sua bambina. Ora, Vera tenta l'impossibile per riaverla con sé.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Durante la tormenta
Attori principali: Adriana UgarteAdriana UgarteChino DarínChino DarínJavier GutiérrezJavier GutiérrezÁlvaro MorteÁlvaro MorteNora NavasNora NavasMiquel Fernández, Clara Segura, Mima Riera, Aina Clotet, Albert Pérez, Julio Bohigas, Luna Fulgencio, Marco de Francisco, Francesc Orella, Ana Wagener, Silvia Alonso, Belén Rueda, Ruth Llopis, Joel Illescas, Vicente Ayala, Sigrid Cañas, Marta Falcón, Antonio Cifo, Mónica Lleó, Pep Papell, Toni Báez, Maykol Hernández, José Umpiérrez, Borja Texeira, Aleida Torrent, Mostra tutti
Regia: Oriol PauloOriol Paulo
Sceneggiatura/Autore: Oriol Paulo, Lara Sendim
Colonna sonora: Fernando Velázquez
Fotografia: Xavi Giménez
Produttore: Mercedes Gamero, Sandra Hermida, Mikel Lejarza, Rosa Pérez, Jesús Ulled Nadal, Eneko Lizarraga, Jaime Romero, Laura Rubirola
Produzione: Spagna
Genere: Thriller, Fantascienza
Durata: 129 minuti

Dove vedere in streaming Durante la tormenta

Intricato , ma preciso / 27 Gennaio 2020 in Durante la tormenta

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Partiamo dai difetti: ovviamente non ci spiega un tubo del “miracolo” (fanta)scientifico attraverso il quale Vera e Nico riescono a vedersi e comunicare.
Vabbè, posso passarci sopra.
In secondo luogo, alcune fasi sono leggermente confusonarie e approssimative. Ma non per buchi di sceneggiatura o imprecisioni, ma per qualche distrazione in regia , come passaggi troppo veloci, che non ti permettono di seguire e ricostruire il filo logico…
Perchè il filo logico , c’è. C’è eccome. ma bisogna stare attentissimi e ripercorrere sempre ciò che vediamo con quello che abbiamo visto…Non è così scontato.
Ma il film mi ha appassionato , mi ha tenuto la mente occupata e non ho trovato nessun “perchè” ingiustificato.
E con una trama cosi complessa, non era scontato.

Leggi tutto

Un po’ un pasticcio / 9 Aprile 2019 in Durante la tormenta

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Non è male, ma ci sto ancora riflettendo. La questione temporale mi sembra mal gestita, un po’ come nell’ottavo-apocrifo di Harry Potter.
Facilito un attimino le cose per me stesso, più avvezzo al fantasy che alla science fiction. Dunque, la tempesta è il mezzo, o se vogliamo il ‘libro degli incantesimi’ grazie al quale si farà la magia, e la combo tv-videocamera è la bacchetta. Lei, la strega di turno, rimane nel presente ma opera un cambiamento in un punto X del passato del pianeta. Questo provoca dei cambiamenti nel presente, ma perché lei è esclusa da tali cambiamenti? Per quale motivo ha memoria della vita che aveva, diciamo, prima di lanciare l’incantesimo? Non è lei a essere tornata indietro nel tempo (avrebbe portato con sé i propri ricordi, come fanno Harry e Hermione nel terzo volume di Harry Potter), ma al contrario ha cambiato il passato restando nel presente, quindi dovrebbe restare vittima dei cambiamenti come succede a chiunque altro. La telecamera non è un artefatto magico/benedetto e lei non è la prescelta di un cavolo di niente. Non dovrebbe avere alcuna memoria di Gloria, ma dovrebbe essere immersa nella sua vita col poliziotto. Argh!

Inoltre trovo ignobile che questi due abbiano modificato il passato per due volte senza mai preoccuparsi di salvare la moglie del vicino. Fidanzato traditore sgamato, relazione col bel poliziotto salvata, figlia recuperata… al modico prezzo della morte della povera tedesca, della quale a nessuno frega qualcosa.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.