Mine

/ 20166.381 voti
Mine

Afghanistan. Al termine di una missione finita male, due soldati americani devono affrontare le insidie del deserto. Inavvertitamente, entrano in un campo minato.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Mine
Attori principali: Armie HammerAnnabelle WallisTom CullenGeoff BellJuliet AubreyClint Dyer, Luka Peroš, David Kirk Traylor, Ines Pinar Mille, Daniel Sandoval, Edoardo Purgatori
Regia: Fabio GuaglioneFabio Resinaro
Sceneggiatura/Autore: Fabio Guaglione, Fabio Resinaro
Colonna sonora: Luca Balboni, Andrea Bonini
Fotografia: Sergi Vilanova
Costumi: Coro Mateo
Produttore: Natalia Safran, Peter Safran, M.A. Faura
Produzione: Usa, Italia, Spagna
Genere: Thriller
Durata: 106 minuti

Sufficienza risicata. / 19 Ottobre 2018 in Mine

Questo film è stato un pò una delusione. Non posso dire che non mi sia piaciuto, ma al tempo stesso non mi è piaciuto fino in fondo. Forse perchè è molto introspettivo; non che ci sia da stupirsi (una volta che Mike rimane bloccato bisognava pur riempirla, quell’ora e tre quarti) però credo sia stato un pò esagerato da parte dei registi indulgere così tanto sul suo passato (ci viene mostrata praticamente tutta la sua vita, dagli albori ai giorni nostri). Non so, mi sarei aspettata un pò di azione in più.

Leggi tutto

Il voto sarebbe un 6.5 / 1 Ottobre 2018 in Mine

Discreto film con cast minimale.
Durante una missione nel deserto, due marines, Mike (Armie Hammer) e Tommy (Tom Cullen), sono incaricati di uccidere una persona con affiliazioni jihadiste. Ma l’attentato fallisce, per qualche remora di Mike (il cecchino), e i due sono costretti alla fuga disperata. Capiteranno su un campo minato e la situazione si complicherà drammaticamente.
Buona partenza e buon ritmo fino a metà, poi rallenta un po’ ma si mantiene vivo con Mike che deve cercare di andare avanti sia fisicamente ma anche, metaforicamente, con la sua vita. Mike oltre alla mina, si ritrova ad affrontare allucinazione, la sete e i “fantasmi” del suo passato, dal padre violento fino all’attuale compagna Jenny (Annabelle Wallis) con cui il rapporto si è un po’ complicato.

Leggi tutto

L’arte di disinnescare / 20 Ottobre 2017 in Mine

Fino a dove deve spingersi il dovere di un soldato? Può esserci un limite morale? Esistono diritti civili anche per chi normalmente li calpesta? Il film apre così, pensando di trovarci di fronte al classico “film da cecchini”.
Tutto ad un tratto però la storia assume il contorno di un qualcosa di nuovo, una sceneggiatura davvero mai vista nel contesto “war movie”: un soldato bloccato su una mina. Da solo. Nel deserto. Senza appoggio.
Quando tutto sembra ormai delineato, chi per anni si è mostrato un nemico diventa l’unica speranza, addirittura amico. “Ho imparato a disinnescare” – dice il personaggio di un altro film italiano (Perfetti Sconosciuti). Mike è proprio questo che promette di imparare a fare nel tempo che trascorre su quella mina (il matrimonio,il padre,gli amici). E in un modo o nell’altro ci riuscirà.

Leggi tutto

Cocente delusione / 9 Ottobre 2017 in Mine

Un militare (Armie Hammer) in azione in pieno deserto, si ritrova in un campo minato nel quale perde la vita il suo compagno d’azione e lui si ritrova bloccato su una mina, impossibilitato a muoversi per svariate ore, in quanto via contatto radio, viene a sapere che ci vorranno più di due giorni. Dovendo restare totalmente immobile, in balia di belve feroci, con uno strano tizio berbero e, soprattutto, vittima di allucinazioni sulla sua vita, sui suoi demoni del passato, trascorre il tempo. Ma come è possibile considerare bello questo film? Onestamente, mi ha davvero deluso tantissimo, mi spiace per Guaglione e Resinaro, italiani, al debutto, che se non altro hanno avuto il coraggio di portare e presentare qualcosa di diverso rispetto alle solite commediette da quattro soldi. Però un film del genere a mio parere è troppo difficile da svolgere, si parla di tensione di qua e di là, ma per me ha regnato la noia, Armie Hammer oltretutto non impressiona, anzi. Come se non bastasse il finale è pessimo. Ad ogni modo, rispetto per questi due registi che hanno avuto la volontà di creare qualcosa del genere, speriamo che i numerosi errori fatti qui servano da lezione e che ci riprovino quanto prima. Del resto, un conto è accanirsi nel fare film di me**a, un altro è farne di brutti ma quantomeno provando ad innovare, anche se il risultato è davvero pessimo, almeno a mio avviso

Leggi tutto

Sette e mezzo tutto! / 13 Febbraio 2017 in Mine

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Sono indecisa se dargli 7 o 8. Decisamente un bel film, fatto con sapienza.e arte. Con la giusta colonna sonora e i giusti tempi di regia, che ti tiene incollato allo schermo. Non gli do di più perchè forse è troppo buonista nel rapprensetare il classico marines, buono e bello, cavaliere, che nel dubbio non spara. Che ha i sensi di colpa… E’ il bello del film, ma è anche credibile?
Chissà, lo spero.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.