Gangster movie anni ’70 / 22 Novembre 2016 in Mean Streets - Domenica in chiesa, lunedì all'inferno

Uno Scorsese acerbo ma già affilatissimo getta qui le basi di una carriera sfolgorante che molto deve alla sua naturale propensione per i gangster movies. Una scrittura perfetta e inquadrature con una impronta sempre molto personale, mai scontata, incorniciano la bella prova del protagonista Harey Keitel e la prima, vera, grande interpretazione di Robert De Niro (il suo scanzonato Johnny Boy arriva quasi a competere col futuro Travis Bickle). E’ bello vedere condensata nella scena al cinema la sua gratitudine attraverso piccole citazioni cinematografiche (alcuni shots de La tomba di Ligeia del suo nume tutelare Roger Corman; la locandina di “Mariti” di John Cassavetes che lo convinse a lasciare i lavori facili dell’exploitation per intraprendere la strada del grande cinema).

1 commento

  1. GabriAPAD96 / 15 Agosto 2017

    Credo che Mean Streets sia davvero il “caposaldo” della filmografia scorsesiana.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext