?>Recensione | Mean Girls | Senza titolo

Recensione su Mean Girls

/ 20046.2403 voti

24 dicembre 2012

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

E invece il film addirittura ha delle qualità. Oltre al fatto che ci sia un po’ di figa dico.
Lasciamo da parte lo sparare su Lindsey Lohan, che ormai è sport nazionale qui e in America indifferentemente (sì, perché mi sono anche dato allo studio del David Letterman Show, devo ben occupare le caselle vuote delle miei giornate). Insomma, ha fatto perfino un film con Robert Altman lei. Poi lui è morto :S
E lo sappiamo che gli high-school movies ci faranno sentire sempre giovani! Oltre al fatto che è meglio di un sacco di altri. Lindsey, che non ricordo come si chiama, inizia a frequentare la scuola dopo esser cresciuta in Africa. Si ritrova contesa tra il gruppo delle più fighe e stronze della scuola e due sfigatoni emo-gay (ma simpa e bravi). Finisce ovviamente per rubare tutto alla regina della scuola, diventanto as stronza as she is, se mi passate il misto-inglesismo. Ma anche per redimersi, riscoprendo i buoni vecchi valori e aiutando quei nerdoni della squadra di matematica della scuola. Ah, l’amicizia. Ah, l’America. Il tutto sembra sia partito da una ricerca sociologica sulla conflittualità delle ragazzine e le strategie messe in atto nei licei per ottenere il “predominio” sul resto della, ehm, fauna scolastica. E, non stento a crederlo, son veramente stronze. Ma le ragazzine tra di loro immagino sian stronze in generale. Alla scuola mia non me ne accorsi, ma credo fosse solo perché me ne stavo troppo sul mio ramo personale per rendermene conto.
Per cui teen movie sì, ma in un modo non del tutto sbagliato. Certo morissero tutti alla fine sarebbe più originale, ma non è che si possa pretendere.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext