2017

Mazinga Z

/ 20175.015 voti
Mazinga Z
Mazinga Z

Koji Kabuto è alla guida di Mazinga Z, un gigantesco robot pilotabile dall'interno grazie al quale tenta di sventare i malefici piani del Dottor Inferno.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: 劇場版 マジンガーZ / INFINITY
Attori principali: Showtaro MorikuboAi KayanoSumire UesakaToshihiko SekiAmi KoshimizuJunpei Morita, Unsho Ishizuka, Keiji Fujiwara, Romi Park, Hiroyuki Miyasako, Natsuki Hanae, Wataru Takagi, Masami Kikuchi, Nana Yamaguchi, Bin Shimada, Kozo Shioya, Azusa Tadokoro, Miku Ito, Okarina, Yui P., Kappei Yamaguchi
Regia: Junji Shimizu
Sceneggiatura/Autore: Takahiro Ozawa
Colonna sonora: Toshiyuki Watanabe, Ichirou Mizuki, Kôji Kikkawa
Produzione: Giappone
Genere: Orientale, Azione, Fantascienza, Animazione, Supereroi
Durata: 107 minuti

Voto 4 / 14 Giugno 2019 in Mazinga Z

Un’ora e mezza di anacronistica inutilità!

Operazione nostalgia / 7 Novembre 2018 in Mazinga Z

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Opera celebrativa per i quarantacinque anni dalla nascita del primo robottone nagaiano. Come ho scritto altre volte se la volontà nel fare questi revival è quella di avvicinare la nuova generazione ai miti dell’animazione degli anni ’70-’80 per me così si scatena l’esatto effetto contrario.
Il disegno ricalca quello degli anni’70 ma ovviamente modernizzato(e la cosa mi fa accapponare la pelle. Sono antiquata, lo so), i colori sono terrificanti(mi aspettavo tinte molto più cupe, in particolare durante le apparizioni dei cattivi di turno. Dove sono finiti i cieli rosso sangue durante le battaglie contro i mostri meccanici? Gioie per alcuni e dolori per me dell’avvento dell’era digitale, è tutto quasi monocromatico) e i nemici rappresentano il punto forse più dolente della storia, non spaventano per niente(il conte Blocken fa addirittura ridere).
La storia in sé è banale, c’è quel poveraccio di Tetsuya(che nel frattempo è diventato marito e si appresta a diventare papà) che viene dato per disperso dopo l’ennesimo attacco, decenni dopo, da parte delle truppe del dottor Inferno e l’eroe Koji che deve andare a salvare lui e l’intera umanità(ecchepalle!), coadiuvato ovviamente da una sempre insopportabile Sayaka(con tanto di scaramucce tra loro perché lui non la vuole sposare e ingravidare come ha fatto Tetsuya con Jun) e da un Boss che ormai non riesce più nemmeno a far ridere(c’è pure quel petulante di suo fratello Shiro diventato ormai adolescente).
Il doppiaggio non si può ascoltare(mi si è accapponata di nuovo la pelle nel sentir gridare con una pronuncia, come dire, alquanto anomala, le armi coniate quasi mezzo secolo fa).
Un film fuori epoca che a quelli della mia generazione susciterà un moto di grande nostalgia come una rimpatriata tra vecchi compagni di classe ma che alle nuove generazioni farà soltanto annoiare.
p.s. E poi basta con tutte queste smutandate che mostrano tette e culi in continuazione! Mica è una puntata di colpo grosso per la miseria!
p.p.s Meno male che ancora a nessuno è venuto in mente di fare un revival di Daitarn 3, non potrei sopportare di vedere il mio Banjo nell’orrenda versione modernizzata.

Leggi tutto

Ma che delusione… / 2 Novembre 2017 in Mazinga Z

Da piccolo amavo GOLDRAKE e quindi non vedevo MAZINGA e tutta la storia non la conoscevo. Essendo questo il primo film m’immaginavo che si partisse dal principio ed invece no. Chi, come me, non sapeva molto o nulla non ci capisce niente.
Ma a parte questo inconveniente (che magari potrebbe anche essere colpa mia…), è proprio fatto male, disegnato male, la storia non è per nulla piacevole (detta da chi invece ama MAZINGA e sa tutto di lui…). Metteteci pure che il cinema dove l’ho visto aveva un sonoro pessimo, piatto e basso fa chiudere il cerchio.
Peccato, poteva essere un cartone animato che avrebbe rilanciato questo robot ed invece credo che morirà con le nostre generazioni.
Un consiglio: non portateci i bambini perché si farebbero due scatole enormi. Io non l’ho fatto e sono contento.
Ad maiora!

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.