2003

Master & Commander - Sfida ai confini del mare

/ 20036.9253 voti
Master & Commander - Sfida ai confini del mare
Master & Commander - Sfida ai confini del mare

1805. Al largo delle coste del Brasile infuria una battaglia tra la Surprise della Marina britannica comandata da Jack 'Lucky ' Aubrey e la più potente, armata e veloce nave francese Acheron. Uscito malconcio dalla schermaglia, il vascello inglese viene riparato e lanciato all'inseguimento verso uno scontro impari dall' ormai ossessionato capitano Aubrey.
marcomaffei12 ha scritto questa trama

Titolo Originale: Master and Commander: The Far Side of the World
Attori principali: Russell Crowe, Paul Bettany, James D'Arcy, Billy Boyd, Joseph Morgan, Edward Woodall, Chris Larkin, Max Pirkis, Jack Randall, Max Benitz, Lee Ingleby, Richard Pates, Robert Pugh, Richard McCabe, Ian Mercer, Tony Dolan, David Threlfall, Bryan Dick, George Innes, William Mannering, Patrick Gallagher, Alex Palmer, Mark Lewis Jones, John DeSantis, Ousmane Thiam, Thierry Segall
Regia: Peter Weir
Sceneggiatura/Autore: Peter Weir, John Collee
Colonna sonora: Iva Davies, Richard Tognetti, Christopher Gordon
Fotografia: Russell Boyd
Costumi: Wendy Stites, Dawn Y. Line
Produttore: Alan B. Curtiss, Samuel Goldwyn Jr., Duncan Henderson, Peter Weir
Produzione: Usa
Genere: Azione, Drammatico
Durata: 138 minuti

Film molto bello, non sembra neanche preso da un romanzo di O’Brian … / 22 Giugno 2017 in Master & Commander - Sfida ai confini del mare

Peter Weir ha fatto un capolavoro. Non perchè il film SIA un capolavoro (è un'opera eccellente, ma definirla capolavoro sarebbe troppo), ma perchè l'ha fatto ispirandosi (per fortuna molto liberamente) ai libri di Patrick O'Brian, ovvero uno dei più grossi e noiosi bluff letterari (e già si fatica a parlare di "letteratura" ...) degli scorsi decenni.... continua a leggere » Se c'è un esempio che non è vero che un film sia sempre peggiore del libro dal quale è tratto, è questo.
Chi non ci crede, vada a leggersi (ahilui) "Ai confini del mare", ovvero il libro che fa da fonte di ispirazione primaria per questo film.

Tanto quanto il libro è noioso, pedante, sciatto e privo della minima emozione e della minima simpatia per gli stessi personaggi (Maturin a parte, forse), tanto il film è efficace nel mostrare i caratteri dei protagonisti e nell'imbastire una vicenda bellica (che nel libro, incredibilmente, manca!) che si lascia seguire con interesse. Da applauso la battaglia iniziale, satura di effetti sonori (abbassatevi per evitare le schegge di legno quando arrivano le cannonate ...), stile "Salvate il soldato Ryan" trasportata in pieno oceano due secoli fa.
E sottolineo ancora che la parte bellica è praticamente tutta farina del sacco di Weir e del co-sceneggiatore John Collee, perchè nel libro ispiratore di O'Brian, incredibile a dirsi, non c'è una sola battaglia ...

Weir ha trasformato in un quasi-capolavoro i romanzi più sciatti e bolsi che siano mai stati scritti sulla marineria (roba buona più che altro per velisti da salotto, fanatici modaioli dell'America's Cup).
W la Settima Arte, a questo punto.

Bellissima avventura / 15 Maggio 2017 in Master & Commander - Sfida ai confini del mare

Film di avventura ben diretto e molto curato. Recitato molto bene. Sempre credibile. Tra le avventure di mare sicuramente uno dei migliori di sempre. Peccato non ne abbiano fatto una trilogia. Da vedere.

La prima volta l’ho trovato bellino, ma rivedendolo.. / 8 Marzo 2014 in Master & Commander - Sfida ai confini del mare

Mi sono accorta che questo è uno di quei film che bisogna riguardare, per apprezzarlo veramente. La prima volta si rimane spiazzati dalla storia, solo dopo ci si accorge della bravura degli attori, e di come la regia sappia tenerti col fiato sospeso anche a bordo di una nave. Peccato non abbiano fatto dei seguiti dei tanti libri di O'Brian. Sono splendidi... continua a leggere » i suoi due protagonisti: Maturin e Aubrey

21 Settembre 2012 in Master & Commander - Sfida ai confini del mare

Una bellissima avventura di mare, quando ormai il genere si è inabissato nell'oblio.

14 Febbraio 2012 in Master & Commander - Sfida ai confini del mare

Ottimo film diretto da un grande regista.
Weir deve avere una vera e propria ossessione per il mare ("L'ultima onda" ma riferimenti anche in "The truman show").
Il film alterna parti di combattimenti navali con scene di vita a bordo del vascello britannico.
La cosa che più mi ha stupito, è stata la presenza a bordo, nel ruolo di giovanissimi allievi... continua a leggere » ufficiale, di ragazzi e bambini (in quella che dovrebbe essere una nave di guerra stupisce parecchio).
Bellissime le scene di battaglie (anche accurate).
Weir tradisce un pò il romanzo di Patrick O'Brian da cui è tratto, ambientando la storia nel 1805 (invece che nel 1812) e sostituendo l'originaria fregata americana con una fregata francese (forse più politically correct).
Splendido Russell Crowe nel ruolo di Jack Aubrey che nel film sembra sempre più il capitano Achab a caccia della sua Moby Dick (in questo caso l'Acheron).
Bravo Paul Bettany (comparso in "A beautiful mind") nel ruolo del medico di bordo, naturalista imbarcato quasi per sbaglio (non a proprio agio con i combattimenti) che non riesce a godersi troppo le meraviglie delle Galapagos.
Compare anche Billy Boyd comparso nel Signore degli Anelli (l'hobbit Pipino).
Ho iniziato successivamente a leggere i romanzi di Patrick O'Brian da cui è tratto, quindi per ora non riesco a fare un parallelo con il libro.