Di una bellezza rara / 17 Settembre 2019 in Martin Eden

I precedenti film di Pietro Marcello erano luce e parole. Riflessioni potentissime sull’ oggi e su ieri, sui treni o nelle reggie abbandonate. Bei ritratti di persone, di persone che lavorano, che amano, che esistono. L uso delle macchine da presa, il lavoro tecnico e gli inserimenti di materiali d’ archivio rappresentavano una forza in più nel racconto. Con Martin Eden c’è una svolta: c è la carne. Si puo toccare. È un film perfetto, importante (per il mondo di oggi), potente e sensibile. L importanza di avere un sogno e di inseguirlo, di coltivare coraggio e seminare bellezza. Leggere e innamorarsi, costruire idee e costruirsi un’ ideologia. Grazie Jack London, grazie Luca marinelli, grazie Pietro marcello.

Leggi tutto