?>Recensione | Maps to the Stars | Inferno Hollywoodiano

Recensione su Maps to the Stars

/ 20146.8186 voti

Inferno Hollywoodiano / 27 maggio 2015 in Maps to the Stars

Cronenberg ci catapulta in quello che, probabilmente, percepisce come luogo più simile all’Inferno, ovvero Hollywood. Un luogo in cui è impossibile fare distinzione tra realtà e finzione, un luogo privo di valori e pieno di psicosi, dove ogni concetto viene svuotato a favore dell’immagine (la famiglia non conta nulla se non durante le interviste, le filosofie orientali e la psicanalisi si fondono in assurde terapie/mode). Hollywood attira con promesse di gloria chiunque le capiti a tiro, salvo poi farlo sprofondare in una spirale di autodistruzione e fiamme. È l’Inferno del cinema Hollywoodiano, che per Cronenberg è ormai morto, un cinema rovinato dall’apparenza e dai premi, che altro non sono che pericolose armi del delitto.
Il cast fantastico (la Moore su tutti) e le musiche minimali sono la ciliegina sulla torta di questo film. Certo il tema non è molto originale, ma lo è senza dubbio il modo in cui esso è trattato.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext