?>Recensione | Manhattan | Molto bello

Recensione su Manhattan

/ 19798.2482 voti

Molto bello / 4 dicembre 2017 in Manhattan

Non ho mai apprezzato molto Woody Allen, in realtà lo ho sempre evitato pensando che il suo tipo di cinema non facesse per me. Vedendo però Manhattan, la cui trama, sulla carta, non mi pareva niente di che, posso dire di essermi ufficialmente ricreduto. La storia vede le vicissitudini sentimentali di Isaac Davis (Woody Allen stesso), un autore televisivo, tra matrimoni falliti, una relazione con una diciassettenne e l’incontro con Mary (Diane Keaton), con la quale nasce un rapporto, che però vede la donna in una situazione delicata, divisa tra Isaac e Yale, il migliore amico di lui… La comicità di Allen esplode in pieno qui, non ho una grande cultura ma penso tranquillamente di poter dire che questo è uno dei suoi film più riusciti, ottimamente recitato e diretto. Interessante anche la scelta di girare il tutto in bianco e nero, dando secondo me più profondità alla storia e ben adattandosi all’ambientazione di New York. Molto bene anche il resto del cast: l’ex moglie di Isaac (che intanto vuol pubblicare un libro sul matrimonio fallito, mi ha ricordato qualcosa, che, dunque, a sua volta citava proprio questo film) è Meryl Streep, mentre Mariel Hemingway è la giovane studente che frequenta il protagonista, Michael Murphy è l’amico Yale e c’è pure una particina per Karen Allen, sicuramente un nome importante per i fans di Indy… Ottimo veramente, devo ampliare la mia conoscenza di questo regista!

Lascia un commento

jfb_p_buttontext