Recensione su Manhattan

/ 19798.2485 voti

26 marzo 2011

I personaggi di Woody Allen sono lontani mille migli dalla vita reale. Intellettuali, scrittori, artisti, gente così distante dai problemi comuni, da potersi permettere di prestare attenzione a tutte quelle nevrosi e idiosincrasie così tipiche ed umane, ma che la maggior parte delle persone seppelliscono sotto il peso delle responsabilità quotidiane. I personaggi dei suoi film secondo mè piacciono per questo, sono egocentrici ,complicati e interessanti come tutti noi vorremmo essere, se ne avessimo il tempo e la possibilità!
Manatthan è uno dei suoi film più belli, soprattutto per via del modo in cui ha saputo valorizzare la cornice che racchiude la maggior parte dei suoi film: la città-feticcio New York, mai rappresentata in modo così elegante e romantico, fotografata con un bianco e nero meraviglioso.
I temi e i caratteri affrontati sono tipici dei film di Allen. Il principale è l’irrazionalità dei rapporti personali, in particolare amorosi. L’incapacità di riuscire a capire ciò che si vuole e quanto lo si voleva, fin che non lo si ha perduto. Una schizofrenia che procede pari passo con la confusione e lo stress della megalopoli circostante.
Ci sono diversi motivi per vedere i film di Woody Allen. Uno di questi è che, nonostante il taglio pessimistico che assume quasi sempre, non lesina spiragli di benevolenza nei confronti della vita e degli esseri umani. Inoltre sono quei tipi di film- diciamolo- che guardarli ti fanno sentire più intelligente! ma non annoiano perché, motivo che si impone sui precedenti, fanno davvero ridere

2 commenti

  1. Daniele / 27 marzo 2011

    Ciao, a me il Woody Allen è sempre stato abbastanza sui coglioni.

  2. edoardoschi / 1 aprile 2011

    Peccato, lui dice meraviglie di tè! 😉 a parte gli scherzi, non a tutti può andare a genio, se ne è fatto una ragione pure lui!

Lascia un commento

jfb_p_buttontext