Recensione su Manderlay

/ 20057.068 voti

Le piccole comunità di Von Trier / 30 Giugno 2014 in Manderlay

La miscela che aveva dato vita a Dogville, viene ripresa da Von Trier per questo lungometraggio del 2005. Non cambiano i protagonisti, cambiano invece gli interpreti (Nicole Kidman è sostituita dalla comunque valida Bryce Dallas Howard) e lo spettatore è di nuovo catapultato in una piccola comunità portatrice di un certo marciume, che viene mostrato a poco a poco.
Se Dogville toccava il tema della diffidenza verso lo straniero, Manderlay punta invece sul concetto universale della libertà umana e sugli effetti collaterali di una democrazia imposta dall’esterno. Rispetto al predecessore, perde un po’ quella sensazione di angoscia e soffocamento a cui lo spettatore era costretto impotente, risultando meno incisivo, ma sicuramente di buona fattura.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext