Recensione su La madre

/ 20136.0217 voti

fregato… / 26 marzo 2013 in La madre

Dunque da sempre mi sono ripromesso di non cadere nel tranello dei trailer che vengono sparati 24 ore su 24 per giorni affinché ti decida a spendere dei soldi e rischiare di vedere un film a scatola chiusa. Il problema vero non è quello che ti viene fatto vedere in quei 30 secondi superconcentrati, ma il contorno. In questo caso il contorno ha un nome: Guillermo Del Toro.
é un regista da sempre che stimo (su tutti il sorpendente “Il Labirinto del Fauno”, anch’esso presentato dai media in modo completamente distorto, ma non voglio perdermi quindi chiudo la parentesi); ebbene alla vista della sua presenza mi sono subito convinto a andare. Avrei però dovuto ascoltare quel campanello di allarme giunto 2 giorni prima la data prefissata in cui andarlo a vedere: In questo film lui è solo PRODUTTORE e non regista, e la differenza è notevole, ma ahimè ci ho voluto provare lo stesso.
Risultato?
Film noioso, scontato, insipido, le scene “horror” prevedibile e da sbadigli, insomma usando il gergo fantozziano “una cagata pazzesca”.
Ho buttato 5 euro, il consiglio è: Andatevi a bere qualcosa con gli stessi soldi.
In bocca al lupo per chi non si fiderà di me =)

6 commenti

  1. oblivion / 27 marzo 2013

    Sono d’accordo su tutto quello che dici del film, ma… solo io ho riso come una matta dall’inizio alla fine? Comunque, mi aggiungo al tuo appello: non andatelo a vedere, spendete i soldi in un altro modo.

  2. oblivion / 27 marzo 2013

    @yorick: ecco, con ”in un altro modo” intendevo dire ”in qualunque altro modo piuttosto che per vedere il film con Raoul Bova”. Va bene così? 😀

  3. Gianfranco / 1 aprile 2013

    I trailer sono la rovina del cinema!

Lascia un commento

jfb_p_buttontext