La madre

/ 20136.0232 voti
La madre

Rovinato dalla crisi economica del 2008, un uomo uccide sua moglie e rapisce le sue due figlie, scomparendo nel nulla; per anni suo fratello paga una squadra di ricerca nella speranza di ritrovare i suoi familiari, e ben cinque anni dopo finalmente le bambine vengono ritrovate in un capanno diroccato nei boschi, vive e in salute sebbene regredite ad uno stato semi-animalesco: ma è possibile che siano riuscite a cavarsela da sole in quelle condizioni oppure qualcuno -o qualcosa- si è preso cura di loro?
laschizzacervelli ha scritto questa trama

Titolo Originale: Mama
Attori principali: Jessica ChastainJessica ChastainNikolaj Coster-WaldauNikolaj Coster-WaldauMegan CharpentierMegan CharpentierIsabelle NélisseIsabelle NélisseDaniel KashDaniel KashMelina Matthews, Morgan McGarry, Javier Botet, Jane Moffat, David Fox, Dominic Cuzzocrea, Julia Chantrey, Ray Kahnert, Christopher Marren, Matthew Edison, Diane Gordon, Mostra tutti
Regia: Andy MuschiettiAndy Muschietti
Sceneggiatura/Autore: Neil Cross, Barbara Muschietti, Andy Muschietti
Colonna sonora: Fernando Velázquez
Fotografia: Antonio Riestra
Costumi: Luis Sequeira
Produttore: Guillermo del Toro, J. Miles Dale, Barbara Muschietti
Produzione: Spagna, Canada
Genere: Horror, Thriller
Durata: 100 minuti

Dove vedere in streaming La madre

Favola dark unita a ghost-story americana / 4 Aprile 2019 in La madre

Muschietti, con la produzione di Guillermo del Toro, crea una rivisitazione struggente e angosciante della maternità.
Più che un horror la definirei una favola dark visivamente molto suggestiva, con discrete punte di tensione soprattutto nella parte iniziale e con un finale poetico alla Tim Burton.
La regia di Muschietti è ottima e soprattutto l’argentino è molto abile nel delineare questa figura demoniaca possessiva che segue come un’ombra le sue due piccole vittime.
Una buona commistione per me tra la fiaba gotica, tanto amata da del Toro e la ghost-story tipicamente americana.
Lo consiglio.

Leggi tutto

Il voto sarebbe un 6.5 / 6 Febbraio 2019 in La madre

Discreto film horror diretto da Muschietti (il regista di It, qui al suo primo lavoro).
Inizio traumatico: un padre, Lucas, dopo aver ucciso due colleghi, uccide la moglie e rapisce le due figlie rispettivamente di 1 e 3 anni. Recatosi in un capanno nel bosco, sta per uccidere le figlie quando viene sopraffatto da una misteriosa creatura. Cinque anni dopo, le bambine vengono ritrovate e verranno ospitate a casa dello zio Lucas (Nikolay Coster-Waldau che interpreta anche il fratello) e della compagna Annabel (Jessica Chastain). Ma le bambine non sono sole.
Film inquietante ma più che la creatura, a spaventare sono le bambine, in particolare quella più piccola che è vissuta come una selvaggia e fatica ad abituarsi alla vita “normale”. Il suo legame con la creatura, Madre, è particolarmente forte mentre la più grande è riuscita a conservare una parvenza di umanità. Il film ha un buon ritmo con le manifestazioni della Madre e qualche apparizione della bambina che fanno fare qualche salto sulla sedia; interessante anche la parte di indagini sul passato di “Madre” fatte dal Dr. Dreyfuss. Finale leggermente a sorpresa che sconvolge un po’.
Lo considero più un horror che un thriller psicologico; infatti non ci si sofferma sulle motivazioni della strage iniziale compiuta da Lucas (strage che viene narrata solo fuori schermo) ma sulle bambine e sul come sono sopravvissute per quel lungo periodo.
La piccola Megan Charpentier che interpreta Victoria (la più grande delle due bambine) ha recitato anche nell’ultimo capitolo di Resident Evil nei panni della Regina Rossa.

Leggi tutto

Se proprio dovete / 24 Novembre 2015 in La madre

Niente di che, tutto sa di già visto e purtroppo non fa neanche paura… Belli gli effetti speciali, ma non basta per fare un film… Guardatelo cosi, en passant.

Carino / 25 Novembre 2014 in La madre

Il film parte in quarta con thriller, mistero e horror che ti tengono incollato allo schermo, ma più ci avviciniamo alla fine, più si capisce dove si andrà a finire. L’ultima scena era evitabilissima

14 Marzo 2014 in La madre

Uno dei pochi horror che, per me, meritano la sufficienza. La trama è poco originale, ma il finale è carino. E ci sono anche un paio di scene che strappano un brividino.