Recensione su Malèna

/ 20005.7181 voti

Rivisto dopo secoli! / 16 Ottobre 2020 in Malèna

Ultimamente mi capita sempre più spesso di ripescare qualche film di vecchia data, anzi alcuni nemmeno tanto vecchi, ma ricordo questo che fece parlare molto all’epoca, e tra questi uno (meno apprezzato) di Tornatore.
Eppure questo film, di cui ricordavo solamente le splendide riprese e l’ottima fotografia del film e del corpo della Bellucci, oggi mi è piaciuto sicuramente più dell’epoca.
Fatto noto che la Bellucci non sia una grande attrice ma che abbia formose qualità sceniche per un film, specie erotico, diciamo che la trama si svolge negli anni 40 con l’adolescenza di Renato (un bravissimo Giuseppe Sulfaro) perdutamente infatuato di Maléna, una donna del paese provocante e sensuale, rimasta vedova.
La dolcezza e il romanticismo di questa pellicola sono davvero notevoli, tra momenti di risa e altri davvero crudeli (vedete la scena della ribellione delle donne, ad esempio).
Quello che ne esce è l’ignoranza di un paese, i pregiudizi e l’ipocrisia di un’epoca bigotta.
Forse le tante situazioni a sfondo sessuale rendono la pellicola un po’ esagerata, ma nell’insieme è davvero un bel film. Almeno Tornatore non ha sparato alle 3 ore di visione stavolta.
Secondo me merita una rivisitazione, o se non l’avete mai visto, vedetelo.
E non solo per i nudi della Bellucci….
7.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext