Recensione su Machete

/ 20106.5364 voti

merda d’artista / 25 Maggio 2012 in Machete

Lascio cadere la citazione del titolo, ma resto in tema. In campo artistico uno dei pregi attribuiti a Paul Klee (spero che la memoria non m’inganni) era il fatto che riuscisse a dipingere come un bambino pur essendo naturalmente una persona adulta. Qui dovremmo premiare Rodriguez perchè, con un notevole passo avanti rispetto al pittore, gira un film come se fosse un ragazzino di ben 10 o addirittura 11 anni di età. Si sa: è l’età degli ormoni impazziti ed è notevole come il regista operi con maestria questo “ritorno all’animalità” riempiendoci di sesso e violenza come mai si era visto in un film (B Movies esclusi). Esprimo il mio rammarico per il finale: possibile che nessuno camminasse a quattro zampe?
Seriamente parlando: è un film impossibile da criticare per due ragioni: perchè qualunque criterio si utilizzi finirà per mancare di pertinenza con gli intenti del film, e perchè sesso e violenza solleticano tutti quanti non facciano ipocrisie. D’accordo che un film non si giudica dal genere, ma così è troppo facile caro il mio regista, troppo facile.
6 solo per quello che capita a Seagal nel finale.

1 commento

  1. yorick / 13 Gennaio 2013

    titolo azzeccato.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext