?>Recensione | Món petit | Senza titolo

Recensione su Món petit

/ 20137.01 voti

15 giugno 2014

un film-documentario su Albert che nonostante la sedia a rotelle decide di raggiungere il posto più lontano da casa sua (Barcellona) e viaggia – prima in compagnia della fidanzata e poi da solo fino alla Nuova Zelanda, con pochi soldi, molto buon umore ma soprattutto tanto spirito di adattamento e una buona dose di faccia tosta.
Non si tratta di una corsa contro il tempo e questo gli permette anche di condividere la vita della gente che lo ospita. Certo in Australia ha dovuto essere “aiutato”dalla troupe ma restano interessante l’attraversamento di diversi paesi dell’Asia, un mondo distante e poco conosciuto ma pieno di persone sorridenti ed ospitali.
In un certo senso è un buon esempio per tutti dato che il ragazzo era nato normale ma con l’arrivo della malattia il padre lo ha sempre stimolato parlandogli di tutto e lo ha spinto ad affrontare le piccole e grandi difficoltà della vita anche da solo.
Quando la famiglia ha lasciato il ragazzo sulla piazzola di sosta dell’autostrada dove avrebbe chiesto il primo passaggio non ha salutato un paraplegico ma un ragazzo che viaggia con uno zaino ed una sedia a rotelle.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext