L'uomo fiammifero

/ 20106.921 voti
L'uomo fiammifero

Campagna abruzzese, primi anni Ottanta. Simone è un bambino, orfano di madre da qualche anno, che vive con il padre. L'estate trascorrerebbe monotona e solitaria, se qualche volta Lorenza, una bella bambina, non passasse dalle parti di Simone. E' grazie a lei che il ragazzino fa la conoscenza di un mondo segreto dove vive l'Uomo Fiammifero, una strana creatura che ha l'aspetto di un trampoliere e che vaga solo di notte, nel tentativo di accendere le stelle.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: L'uomo fiammifero
Attori principali: Francesco Pannofino, Marco Leonzi, Greta Castagna, Davide Curioso, Tania Innamorati, Matteo Lupi, Anastasia Di Giuseppe, Daniele De Fabiis, Armando Castagna, Daniele Ciaffaroni, Giuseppe Mattu, Franco Di Sante, Daniele Irto, Simone Di Giuseppe, Mostra tutti

Regia: Marco Chiarini
Sceneggiatura/Autore: Marco Chiarini, Giovanni De Feo , Pietro Albino Di Pasquale
Colonna sonora: Enrico Melozzi
Fotografia: Pierluigi Piredda
Produzione: Italia
Genere: Drammatico, Commedia, Fantasy, Famiglia
Durata: 0 minuti

Dove vedere in streaming L'uomo fiammifero

Un fantasy senza effetti speciali, per lo più per piccoli / 30 Gennaio 2017 in L'uomo fiammifero

Rappresentazione dell’immaginazione di un bambino che vive la sua estate in una realtà senza video games né cellulari in campagna; un po’ malinconico e triste, ma bella la tecnica narrativa.
Un film che mi ha ricordato le lunghe estati al mare trascorse da piccolo, quando non c’erano cellulari né video games e i giochi si inventavano e si svolgevano sempre all’aperto, giocando con la fantasia. Questo film è una rappresentazione di quei periodi. La sceneggiatura non è il massimo, ma il film è originale inoltre i bambini che hanno recitato sono stati abbastanza bravi ed è stato piacevole rivedersi un po’ in questo film.

Leggi tutto

L’uomo fiammifero / 30 Novembre 2012 in L'uomo fiammifero

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Il film ha in se tanti difetti: ingenuità narrativa, problemi nella sceneggiatura, dialoghi e linguaggi non sempre molto studiati. Il risultato però riesce a far vedere ciò che di buono c’era da raccontare, ovvero il vivere di Simone, bambino, alla morte della madre. Il mondo che Simone si è creato per trattenere la figura materna dentro di se è quello delle favole che la stessa madre gli raccontava, e lo spettatore è comunque ben proiettato nella favolistica visione del film. Il giusto voto sarebbe probabilmente 5,5, perchè le ingenuità sono comunque molto evidenti, ma il film pare comunque riuscito. Arrotondato quindi per eccesso.

Leggi tutto

13 Aprile 2011 in L'uomo fiammifero

Sembrerebbe un film per ragazzi, in realtà è drammaticissimo.
Si racconta della morte di una madre e la dolorosa elaborazione del lutto.

inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.