?>Recensione | Lucy | La memoria delle cellule

Recensione su Lucy

/ 20146.1390 voti

La memoria delle cellule / 9 ottobre 2014 in Lucy

Se solo fosse stato fatto in maniera più “curata”, è troppo superficiale!
La linea guida del tutto, non spiegata (per questo dico che è poco curato), è: basandosi sul principio che la materia non si crea e non si distrugge ma si trasforma, ogni cellula vive modificandosi in eterno e trasporta con se la sua memoria, qualora non sia in grado di trasmetterla ad un’altra cellula. Di conseguenza l’unica vera catalogazione dovrebbe basarsi non sulla cellula, essendo essa irrilevante perché costante, ma sul tempo e sul suo fluire.
Benissimo, il film non spiega tutto questo! il film muove persone, sensazioni e scelte in maniera troppo vaga ed illogica ma soprattutto si richiude in se stesso e cade nei cliché più beceri. Gli unici concetti reali sono spiegati in un monologo di neanche 2 minuti di Lucy e nel “non moriamo mai veramente” detto in una illogica corsa in macchina! Ma c’èst la vie!
Perché 7? Perché al di là di tutto induce, per lo meno per quanto mi riguarda, a riflettere e pensare, cosa che raramente qualcuno o qualcosa ti spinge a fare.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext