Recensione su Loving Vincent

/ 20178.0128 voti

Rashomon e Van Gogh / 30 Dicembre 2020 in Loving Vincent

Il plurinominato e premiato lungometraggio d’animazione Loving Vincent (Annecy, Globes, Oscar, BAFTA…) è uno struggente ritratto cinematografico di Vincent Van Gogh, un viaggio nella sua solitudine e nella sua alienazione, che travalica il genere biografico, per sconfinare nel giallo.
Come un Rashomon a cartoni animati, Loving Vincent offre una rielaborazione della biografia di Van Gogh, proponendo i suoi ultimi giorni di vita, basandosi su molteplici punti di vista.

Ho trovato molto affascinante il fatto che i soggetti dei quadri di Van Gogh, qui, hanno trovato una coerente collocazione narrativa: i ritratti hanno fornito sufficiente materiale per elaborare i vari personaggi e i paesaggi sono diventati gli sfondi naturali delle loro azioni.

Alla fine del film, oltre ad asciugarmi gli occhi lucidi, ho approfittato del “suggerimento” per mettere mano a un vecchio volume monografico su Van Gogh, emozionata nel ritrovare i quadri e i visi visti poco prima, animati, sullo schermo.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext