2001

L'altra metà dell'amore

/ 20017.2176 voti
L'altra metà dell'amore
L'altra metà dell'amore

Lost and Delirious is the story of three adolescent girls' first love, their discovery of sexual passion, and their search for identities. Set in a posh, private boarding school surrounded by luxuriant, green forest, Lost and Delirious moves swiftly from academic routine, homesickness, and girlish silliness to the darker region of lover's intrigue.

Titolo Originale: Lost and Delirious
Attori principali: Piper PeraboJessica ParéMischa BartonJackie BurroughsMimi KuzykGraham Greene, Emily VanCamp, Amy Stewart, Caroline Dhavernas, Luke Kirby, Alan Fawcett, Grace Lynn Kung
Regia: Léa Pool
Sceneggiatura/Autore: Judith Thompson
Colonna sonora: Yves Chamberland
Fotografia: Pierre Gill
Costumi: Aline Gilmore
Produttore: Louis-Philippe Rochon, Lorraine Richard, Louis Laverdière, Greg Dummett
Produzione: Canada
Genere: Drammatico, Romantico
Durata: 103 minuti

1 Giugno 2013 in L'altra metà dell'amore

Non potere amare, avere la possibilità di amare qualcuno e doverci rinunciare…non c’è dramma peggiore che possa esistere nella vita di un essere umano…
Un film di una delicatezza unica, una commovente storia d’amore adolescenziale tutta al femminile, un tema difficile da trattare(per via dei tanti pregiudizi che, purtroppo, ancora esistono), l’amore omosessuale, visto con una raffinatezza davvero d’altri tempi.
Il finale mi ha commossa molto, forse perchè so fin troppo bene cosa significhi dover rinunciare ad amare…

Leggi tutto

Lost and delirious / 24 Febbraio 2011 in L'altra metà dell'amore

Film drammatico del 2001: Tre ragazze, ognuna molto diversa dall’altra: Mary (interpretata da una giovane Mischa Barton) è timida ed insicura. Pauline (Piper Perabo) è coraggiosa leale, apparentemente sfrontata. Victoria (Jessica Parè), detta Tory, ha il terrore di assomigliare troppo a sua madre, una donna ricca e superficiale.
Colpisce molto l’intensa storia d’amore fra Paulie e Tory. Bella, struggente, drammatica, profonda, anche grazie all’ottima performance delle due attrici.
Paulie è quella che certamente è disposta a rischiare di più, mentre Tory è troppo preoccupata del giudizio della sua famiglia. La metafora di Paulie è la poiana che lei trova nel bosco, ferita, e della quale si prende cura. Come la poiana, Paulie vorrebbe essere libera di volare. Libera di vivere la sua storia d’amore. Per questo entra in guerra col mondo. Paulie è proprio “Lost and delirious”.
Il film, ottimo anche dal punto di vista formale, non si limita ad indagare a fondo il tema dell’omosessualità; è anche un lungo viaggio nell’anima delle protagoniste.
E’ triste. Duro, ma al tempo stesso anche delicato.

Leggi tutto