Recensione su La truffa dei Logan

/ 20176.749 voti

Il colpo dei Logan / 15 Giugno 2019 in La truffa dei Logan

Buon film di Steven Soderbergh, una sorta di Ocean’s Eleven (molti meno) in ambiente contadino e di corse Nascar.
Jimmy Logan (Channing Tatum) a causa della sua zoppia, viene licenziato dal suo lavoro di operaio; la sua ex moglie Bobbie Jo (Katie Holmes) sta per trasferirsi in un altra città rendendo più difficile per Jimmy vedere la figlia Sadie.
Jimmy, con l’aiuto del fratello Clyde (Adam Driver) che ha perso una mano nella guerra in Iraq, decide di rapinare la Speedway sfruttando alcune informazioni ottenute col suo lavoro.
Buon ritmo e personaggi che sembrano usciti dalla penna dei fratelli Coen; Joe Bang (Daniel Craig) ma soprattutto i suoi due fratelli, contadinotti e un po’ limitati intellettualmente (interpretati da due figli d’arte, Brian Gleeson e Jack Quaid). Il film si svolge a metà tra thriller e commedia (anche se la seconda prevale sulla prima); piano ben congegnato, anche se visti i precedenti narrati dal fratello Clyde, sembra un po’ strano che Jimmy sia riuscito a pensare a tutti i particolari.
Nel resto del cast da citare l’ottima Riley Keough nei panni della sorella Mellie, Katherine Waterston è l’ex compagna di scuola Sylvia, Seth MacFarlane (Ted) è lo sponsor della bibita Max, Sebastian Stan (Bucky Barnes) è il pilota Dayton White, infine Hilary Swank è l’agente dell’Fbi chiamata a indagare sul furto.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext