?>Recensione | Littlerock | Senza titolo

Recensione su Littlerock

/ 20117.01 voti

31 gennaio 2013

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Come diceva giustamente la presentazione, è una sorta di Lost in traslation al contrario. Due fratelli giapponesi, lei Atsuki e lui, ehm, boh, Kazzomene, turisteggiano in the Usa. Solito sosta inattesa nel paesino di ultraprovincia, ciottolosa e polverosa, dove rimangono bloccati. Amicizzano, nonostante enormi problemi linguistici, con i giovani del luogo, tra birre e canne, lei è pure caritenera e se la vogliono fare tutti. Kazzomen prosegue, lei si ferma.
Non la da allo stupido ma bravo (il quale è commoventemente loser e simpatico, con l’accento ultraignorante) che la amava davvero, la da a quello un po’ zoccola con le arie da Nirvana. Disillusione, abbandono, addio, restano parole non dette e soprattutto, tante, dette ma non comprese. I fratelli finiscono dove dovevano andare all’inizio, al memoriale per i prigionieri giapponesi messi sotto chiave dopo lo scoppio della seconda World War.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext