Recensione su Piccole donne

/ 20197.2190 voti

Altra trasposizione cinematografica del romanzo di Luis Mary Alcott / 11 Marzo 2021 in Piccole donne

1868.
A New York Jo March (Saoirse Ronan) cerca di vendere alcuni racconti a un editore locale; tornata
a casa riceve un telegramma dalla sorella Meg (Emma Watson) che la prega di tornare a casa perchè
le condizioni di Beth (Eliza Scanlen) sono peggiorate. Nel frattempo a Parigi Amy (Florence Pugh), dove vive con la zia March (Meryl Streep), cerca di inseguire il sogno di diventare pittrice.
Narrazione particolare che parte dalle piccole donne già adulte e poi attraverso i ricordi di Jo rivanga il passato (di sette anni prima), con l’amicizia con il sig. Laurence (Chris Cooper) e suo nipote Laurie (Timothee Chalamet) che conquisterà il cuore delle sorelle.
Film interessante, alterna momenti divertenti ad altri più seri (e tristi); non faccio paragoni con il precedente film del 1994 ma le attrici mi sono sembrate azzeccate. Inoltre interessanti la scelta di mantenere le stesse attrici per i ruoli nonostante il saltellare nel tempo.
Nel resto del cast da citare Laura Dern nei panni della madre delle Piccole Donne, Louis Garrel
è Friedrich, l’amico di Jo.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext