Recensione su L'incredibile storia dell'isola delle rose

/ 20206.8173 voti

Incredibile storia (appunto…) / 25 Gennaio 2021 in L'incredibile storia dell'isola delle rose

Mentre il resto del mondo “faceva il ’68”, a Bologna (e poi a Misano e poi a Rimini) il neo-ingegnere Giorgio Rosa meditava di sfilarsi dalle costrizioni borghesi costruendo una piattaforma in acque internazionali e dichiarandone l’indipendenza politica.
Il suo sogno di libertà risulta però non essere troppo diverso da una discoteca o da una bisca, così suscitando timori nel governo democristiano portandolo a fare guerra aperta all’Isola delle Rose.

Netflix concede a Sydney Sibilia di realizzare questo film ambizioso dal punto di vista tecnico, sia perché ambientato negli anni ’80 sia perché ambientato in gran parte in acqua. Il risultato è ben confezionato soprattutto con l’aiuto della computer graphic, e la storia sa tenere in equilibrio l’esaltazione, l’umorismo e la malinconia di questa breve e piccola epica dai risvolti storici e internazionali.

Lascia un commento