?>Recensione | Lilo & Stitch | “Ohana significa famiglia, e...

Recensione su Lilo & Stitch

/ 20027.4396 voti

“Ohana significa famiglia, e famiglia significa che nessuno viene abbandonato o dimenticato.” / 24 aprile 2017 in Lilo & Stitch

Lilo & Stitch appartiene ad uno dei periodi più controversi della storia Disney.
Dopo aver incassato degli ottimi successi negli anni 90, la casa di Topolino azzarda uno svecchiamento con l’avvento del nuovo millennio, stravolgendo la formula dell’intrattenimento classico che l’aveva sempre contraddistinta. La Disney decide di (re)introdursi nella fantascienza. Nel 2001 Disney lanciò Atlantis, confermandosi un flop epocale al botteghino dopo uno sviluppo che ha fatto vacillare i contabili dello studio di animazione. Ciò non è bastato per intimidire Disney che recidiva ci riprova, con una formula più frizzante ed accattivante. Nel 2002 approda nelle sale Lilo & Stitch, concedendo una formula variopinta ed inusuale nel suo incipit narrativo: un esperimento alieno pericolosissimo fugge dalla prigionia di una base spaziale e si schianta con la sua navicella sul pianeta Terra, finendo nelle Hawaii. Lilo, rimasta orfana con la sola sorella maggiore come tutrice, decide di adottare il piccolo mostriciattolo blu, il quale si adatterà allo stile di vita degli umani, come copertura per sfuggire alla caccia dei suoi inseguitori intergalattici. Lo sviluppo, per quanto potrà risultare prevedibile, riuscirà a coinvolgere emotivamente grandi e piccini, con un perfetto mix di gag e riflessioni. Lilo & Stitch sono irresistibili assieme ed hanno molto da imparare uno dall’altro. L’esperimento 626 diverrà mascotte Disney che tutt’oggi riscuote successo, rappresentando uno dei simboli più atipici dello studio di animazione.
Il film ricevette i consensi del pubblico, seppur sia considerato ancora una pellicola che non compete con gli inamovibili classici. Io però sono di tutt’altra opinione: il lato sperimentale di Disney, che azzarda con nuove idee e progetti rappresentò un periodico di spregiudicata creatività, a discapito delle critiche e degli insuccessi al cinema. Lilo & Stitch fu uno dei migliori prodotti del nuovo millennio, rivolgendosi ad una ampia fetta di pubblico laddove con Atlantis, troppo ambizioso, fallì miseramente. Lo stesso anno, Disney lanciò un altro film, a mio parere ingiustamente sottovalutato: Il Pianeta del Tesoro.
Lì, Disney osò ancora, e purtroppo i suoi sforzi non vengono ripagati, preannunciando l’inizio di un tracollo che portò la società di Mickey Mouse a vacillare.
Fatto sta che Lilo & Stitch è ancora oggi un film che, come pochi ne furono ideati, riuscì a proporre un intrattenimento di qualità per tutta la famiglia, tra risate e commozione, senza drammi ma con un rassicurante lieto fine.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext