Recensione su Life - Non oltrepassare il limite

/ 20176.4113 voti

Death / 27 luglio 2017 in Life - Non oltrepassare il limite

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Di questo film ne ho letto peste e corna.
Ok, non è originale (e trovatemi un film di fantascienza che lo sia, ultimamente).
Ok, sembra “Alien” (come un’altra infinità di titoli da “La cosa da un altro mondo”, passando per “Il mostro dell’astronave”, in poi).
Ok, è un body count degno del peggior slasher (vogliamo parlare di “Alien Covenant”?, giusto per citare l’ultimo che ho visto).
Ok, i protagonisti spesso si comportano da perfetti idioti (vogliamo parlare di “Alien Covenant”?, giusto per citare l’ultimo che ho visto).
Ma, c’è qualche ma.
Non è un tassello di qualche franchise, anche se la sceneggiatura originale non è originale.
La parte scientifica, a parte il solito rumore nel vuoto dello spazio, sembra verosimile (più del “sembra” non sono in grado di dire altro).
Non sono molti i film girati in completa assenza di gravità. Sulla stazione spaziale niente comoda (anche tecnicamente) gravità artificiale.
Il primo a morire non è il nero (anche se non passa molto perchè ciò avvenga), ma uno dei tre faccioni presenti nella locandina.
Il finale beffardo, scena e accompagnamento sonoro, vale più di tutto il resto del film.
Quindi, non capisco chi l’ha stroncato in toto ne chi lo ha osannato in toto. E’ un prodotto di intrattenimento, ma meno fracassone e pretenzioso di altri.
Voto? Diciamo che la sufficienza è troppo e l’insufficienza è troppo poco.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext