2017

Life - Non oltrepassare il limite

/ 20176.3136 voti
Life - Non oltrepassare il limite
Life - Non oltrepassare il limite

I sei membri di una stazione spaziale internazionale si trovano in missione nel cosmo e sono impegnati ad analizzare un campione di materiale proveniente da Marte che potrebbe costituire la prova dell'esistenza di forme di vita aliene. Inaspettatamente, il frammento, di natura organica, si dimostra dotato di intelligenza e aggressività.
Stefania ha scritto questa trama

Titolo Originale: Life
Attori principali: Jake GyllenhaalRebecca FergusonRyan ReynoldsHiroyuki SanadaAriyon BakareOlga Dihovichnaya, Alexandre Nguyen, Hiu Woong-Sin, Camiel Warren-Taylor, Naoko Mori, Elizabeth Vargas, David Muir, Allen McLean, Jesus Del Orden, Haruka Kuroda, Leila Grace
Regia: Daniel Espinosa
Sceneggiatura/Autore: Rhett Reese, Paul Wernick
Colonna sonora: Jon Ekstrand
Fotografia: Seamus McGarvey
Costumi: Jenny Beavan
Produttore: Bonnie Curtis, David Ellison, Dana Goldberg, Julie Lynn
Produzione: Usa
Genere: Thriller, Fantascienza
Durata: 103 minuti

Povero Calvin… / 29 Dicembre 2017 in Life - Non oltrepassare il limite

All’interno di una navetta spaziale, degli scienziati trovano una cellula marziana.
Riusciranno a farla tornare in vita. Gli viene dato il nome di Calvin.
Tutto il mondo è in visibilio per questa scoperta ma….
Avranno fatto bene a farlo?
Indovinate un po’?
Fatto bene, con i protagonisti molto bravi e fichissimo il volare dentro le navicelle. Troppo bello. Mi sarebbe piaciuto anche a me vedendolo.
Finale molto poco scontato.
Molto carino.
Ad maiora!

Leggi tutto

Il voto sarebbe un 6.5 / 18 Dicembre 2017 in Life - Non oltrepassare il limite

Buon film di fantascienza che rievoca un pò Alien.
L’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale riesce a recuperare con successo una sonda proveniente da Marte con un importante campione del suolo marziano.
Esaminandolo, trovano una cellula che rivela una forma di vita dormiente; inizio tranquillo dove l’organismo sembra pacifico e viene addirittura battezzato con il nome Calvin da un sondaggio sulla Terra. Ma le cose cambieranno in fretta.
Qualche passo “scientifico” viene abbastanza trascurato, per concentrarsi maggiormente sulle situazioni di tensione e di terrore non appena Calvin cresce e cambia atteggiamento. Ad esempio non ho capito bene da cosa è stato causato il primo incidente nel laboratorio. Però il film mantiene un buon ritmo e una buona tensione anche se certe scene sembrano ricalcare il primo Alien (anche se meno cupo). Per fortuna non esce dal corpo di nessuno, o quasi.
Nel cast da citare Jake Gyllenhaal nei panni di David, Rebecca Ferguson è Miranda, Ryan Reynolds è Rory mentre Hiroyuki Sanada (visto in Wolverine e 47 Ronin) è Sho Kendo.

Leggi tutto

Personalmente , mi ci voleva / 17 Agosto 2017 in Life - Non oltrepassare il limite

Oooooooooooh !
dopo i passi falsi dei vari Martian , Arrival (orripilante) , Passengers , Star Wars 7(bleah, bleah e ri-bleah) , Prometheus, Alien Covenant… e compagnia bella… finalmente UN BEL FILM DI FANTASCIENZA ! Ne avevo bisogno.
Scopiazza da più parti Alien (che non è necessariamente un difetto, se fatto bene) , ma poi lo sviluppo della trama è chiaro,lineare, interessante e mai noioso.
Ma poi…questa storia del “copiare” e del “già visto” avrebbe anche rotto. I film con gli alieni son poi così…l’alieno arriva all’astronave o gli astronauti vanno sul pianeta dell’alieno…non è che si può inventare molto qui eh.
Stessa cosa che sento per gli “zombie”…oh ragazzi , gli zombie son quelli…il tizio muore, si rialza imputridito e cattivo e va a caccia di cervelli o altri umani…NON E’ CHE C’E MOLTO DA INVENTARE ANCHE QUA…
Cmq, sfogo finito. Era per dire che ormai certi filoni “assodati” sono quelli e con QUELLE caratteristiche. Inutile e fanfaronesco dire “già visto”.
Tornando al film … :niente tempi morti , bei dialoghi e bravi attori.
Avrei voluto un finale migliore…ma mi accontento!

Leggi tutto

Death / 27 Luglio 2017 in Life - Non oltrepassare il limite

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Di questo film ne ho letto peste e corna.
Ok, non è originale (e trovatemi un film di fantascienza che lo sia, ultimamente).
Ok, sembra “Alien” (come un’altra infinità di titoli da “La cosa da un altro mondo”, passando per “Il mostro dell’astronave”, in poi).
Ok, è un body count degno del peggior slasher (vogliamo parlare di “Alien Covenant”?, giusto per citare l’ultimo che ho visto).
Ok, i protagonisti spesso si comportano da perfetti idioti (vogliamo parlare di “Alien Covenant”?, giusto per citare l’ultimo che ho visto).
Ma, c’è qualche ma.
Non è un tassello di qualche franchise, anche se la sceneggiatura originale non è originale.
La parte scientifica, a parte il solito rumore nel vuoto dello spazio, sembra verosimile (più del “sembra” non sono in grado di dire altro).
Non sono molti i film girati in completa assenza di gravità. Sulla stazione spaziale niente comoda (anche tecnicamente) gravità artificiale.
Il primo a morire non è il nero (anche se non passa molto perchè ciò avvenga), ma uno dei tre faccioni presenti nella locandina.
Il finale beffardo, scena e accompagnamento sonoro, vale più di tutto il resto del film.
Quindi, non capisco chi l’ha stroncato in toto ne chi lo ha osannato in toto. E’ un prodotto di intrattenimento, ma meno fracassone e pretenzioso di altri.
Voto? Diciamo che la sufficienza è troppo e l’insufficienza è troppo poco.

Leggi tutto

Il compito in classe, copiato. / 2 Aprile 2017 in Life - Non oltrepassare il limite

Pur essendo un appassionato del genere, non ho tante parole per descrivere questo film. Siamo abituati a vedere costantemente richiami ad altre pellicole, il già visto è sempre dietro l’angolo. E questa pellicola è un “già visto” senza nessuno slancio. Dentro ci sono prettamente Alien e Gravity, ma ognuno potrà facilmente ricollegarlo a tanti altri film del genere.
E’ un frullato senza tanto sapore.
Anche gli attori non mi hanno colpito particolarmente. Ammetto, però, di aver visto lo sforzo di Jake Gyllenhaal nel tentativo di alzare il livello, purtroppo invano.
Nonostante i molteplici lati negativi, voglio comunque dargli un 6 sulla fiducia per l’esercizio che il regista, Daniel Espinosa, ha fatto e che ho apprezzato.
Con la speranza che in futuro possa portarci qualcosa che vada un po’ oltre e trovi perfino quella spinta che al momento, secondo me, non ha avuto.

Leggi tutto
inserisci nuova citazione

Non ci sono citazioni.