Recensione su Lezioni di piano

/ 19937.9300 voti

21 Maggio 2012

Jane Campion mi era piaciuta molto in Bright stars, con Abbie Cornish e Ben Whishaw, riuscendo a rievocare in maniera quasi da romanzo le atmosfere ottocentesche, complici anche una grande maestria registica, uno stile molto elegante e raffinato e un mix di scenografia, costumi e sceneggiatura ben riuscito.
Qui ho ritrovato gli stessi elementi che mi erano piaciuti nell’altro film.
Con un cast eccezionalmente in forma. Oltre ad Holly Hunter, muta e favolosa, Anna Paquin (che se non ricordo male è la più giovane vincitrice di un oscar, proprio per questo ruolo), che interpreta un diavoletto di ragazzina in maniera fantastica. Buona anche la controparte maschile, con Harvey Keitel e Sam Neil (che, devo dire, appare spesso nelle parti del comprimario mentre meriterebbe più spazio come protagonista).
Sequenze suggestive, silenzi che comunicano più delle parole, questo film ha il sapore dei classici romanzi di Jane Austen e Emily Bronte.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext