Recensione su Les Miserables

/ 20137.9435 voti

1 Febbraio 2013

Un buon film ma non un capolavoro. Da ammirare il lavoro e la fatica degli attori in questo caso cantanti ma non ho apprezzato a pieno le scelte del regista. Troppi, veramente troppi primi piani. A parte l’inizio con la grandiosa scena del cantiere e la panoramica del protagonista fuori dalla chiesa il set sembra claustrofobico. Barricate a parte si poteva “osare” qualche altra ripresa di maggior ampiezza e respiro.
Mi è piaciuta la voce di Russel Crowe che non conoscevo ma l’interpretazione migliore è senza dubbio quella di Anne Hathaway, breve (troppo breve) ma intensa.
Nella versione italiana è stato scelto il doppiaggio per le poche battute recitate e non cantate, secondo me è stata una decisione inutile. Se al pubblico non piace sentir cantare non sono queste poche frasi a “salvare” l’esito commerciale della pellicola.
PS per gli amanti del romanzo: si tratta di un musical che ha le sue regole da rispettare, non lamentatevi quindi se alcune cose non corrispondono a quanto scritto da Hugo. I reclami vanno inviati agli autori del musical in primis e non del film.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext