Recensione su Legend

/ 19855.476 voti

perplessità / 4 Aprile 2014 in Legend

Alla seconda visione non ho ancora ben capito COS’è questo film.
Ha tutta l’aria di essere soltanto un’opera dark fantasy sgraziata, eppure conserva irriducibilmente un certo fascino.
Tom Cruise è la morte sua! (in senso letterale)

3 commenti

  1. Stefania / 4 Aprile 2014

    Io mi domando la stessa cosa da circa trent’anni.
    Pensa che lo vidi al cinema, alle elementari, e poi almeno altre tre volte in tv: sempre stessa nebbia.
    Probabilmente, ero troppo piccola quando l’ho visto la prima volta e non c’è stato verso di comprenderlo in seguito, una specie di blocco mentale, ecco.

  2. Fantasmagoria / 4 Aprile 2014

    Io direi un modesto prodotto del cinema di genere anni ’80.
    Uno dei tanti, insomma. Allora andava alla grande e si sfornavano che era una meraviglia.
    Peccato però che rispetto ad altri titoli appaia in effetti piuttosto ‘scolastico’. Un fantasy fiabesco che offre ben poco di nuovo.
    Attori giovanissimi. Ci sarebbe Tim Curry, in realtà. Ma ogni volta che guardo il suo Signore delle Tenebre non posso fare a meno di venerci un Frank-N-Furter, solo in rosso e con un paio di corna gigantesche.

  3. icarus / 4 Aprile 2014

    Che sotto la nebbia ristagni solo un pantano di nullaggine è un’idea che, in verità, sempre più insistentemente si sta facendo strada nella mia mente.
    Non mi stupisce affatto però che un’estetica così abilmente esasperata nei suoi tratti dark e fiabeschi possa far presa su un certo pubblico, possa affascinare e possa anche,come no, far di questa pellicola un piccolo cult del genere.
    Il problema credo soggiaccia proprio in ciò, in questo contrasto diabolico che vien fuori grattando appena la superficie.
    D’altra parte, io stesso non posso dire che il film mi sia completamente dispiaciuto; sono presenti delle scene di tale forza e bellezza da tradirne irrimediabilmente la paternità.
    La scena della trasformazione danzante in cui Lili si fonde in un abbraccio con la parte oscura della propria anima è davvero eccezionale,@stefania, teniamocela a mente in caso di un eventuale approfondimento sul tema 🙂
    Per il resto guardando alla filmografia di Scott mi viene quasi da domandarmi cosa ci faccia questo film lì in mezzo.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext