Recensione su Le mele di Adamo

/ 20057.4112 voti

La leggerezza di una mela… / 20 Luglio 2016 in Le mele di Adamo

Adam, neonazista appena uscito di prigione, deve scontare la pena presso un vicariato gestito da Ivan, prete protestante, ottimista per natura in maniera eccessiva.
Adam dovrà convivere in questa comunità e di situazioni curiose e divertenti ce ne saranno diverse. Ma anche molto di riflessione.
In gioco vengono messe le regole cristiane, il maligno e il caso che spesso ormai sento che NON ESISTE.
Una commedia veramente gradevole e riuscita.
Il voler vedere il bene ovunque per non far vincere il demonio; una visione sicuramente positiva a mio avviso godibile anche senza nessuna favola delle religioni. Infatti i protagonisti utilizzano la loro fede esclusivamente per non vedere la realtà (come sempre sostengo…); Ivan che non VUOLE affrontare la realtà, il suo passato e soprattutto il suo presente ma stravolge ogni cosa in modo da superare ogni ostacolo. Fino ad arrivare quasi alla patologia.
Veramente bello…
Ad maiora!

Lascia un commento

jfb_p_buttontext