Recensione su The Fountain - L'albero della vita

/ 20066.3167 voti

24 Gennaio 2014

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Concordo sui pareri che ho letto riguardanti la fotografia, bella e che vale forse tutto il film… compreso il buon Hugh che non è mai un brutto spettacolo… ma la storia è troppo complessa per essere seguita facilmente e il tema mistico… mitologico… tanatologico (esiste come termine?) sono alla fine pesanti e ridondnati, mentre qualcosa di meno epico sarebbe forse stato compreso meglio da tutti.

Le tre storie, in realtà una sola, sono abbastanza ben comprensibili e si seguono abbastanza facilmente… se non ci si fa prendere dalla noia o dalla sindrome di Stendhal data dalle immagine.
Interessante l’utilizzo della mitologia Maya, collegata ad una rappresentazione dell’Inquisizione (adorabile McHattie come inquisitore) un po’ rivisitata (Isabella era la Regina Cattolica di Spagna per eccellenza e non mi pare abbia mai avuto problema con gli Inquisitori, se non che favorì la loro installazione nel Regno).
Conquistadores spagnoli piazzati un po’ a caso (con come ammutinato Cliff Curtis, che non fa mai male) e l’inquietante sacerdote maya che fa da buona introduzione all’albero della vita… trovata che invece ho gradito.

Nell’insieme non posso dire che non mi sia piaciuto, ma ho trovato tutto troppo macchinoso e non troppo oscuro (sono riuscita a seguire i vari passaggi e i vari salti tra un filo narrativo e l’altro, rendendo la ricerca di significato profondo inutile) per goderlo appieno.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext