Recensione su L'età barbarica

/ 20077.723 voti

L’età oscura / 22 Agosto 2015 in L'età barbarica

Commedia amara, amarissima che dipinge perfettamente la disgregazione della società e dei rapporti umani.
Abbiamo l’alienazione dell’uomo, ben rappresentata dalla dipendenza ai vari smartphones, tablets, lettori mp3 etc, un matrimonio allo sbando, rapporto genitori-figli inesistente, un lavoro stressante e la fantasia come unica valvola di sfogo.
Jean Marc è un uomo profondamente solo, che sente che la sua vita gli sta sfuggendo di mano ma che non fa nulla per cambiarla fino a quando alcuni avvenimenti lo scuotono. E allora lascia quel mondo caotico ma alienante, quella solitudine che estranea da se stessi, per appartarsi dal mondo, e rifugiarsi in quella solitudine che, al contrario, aiuta a ritrovarsi.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext