Recensione su Lady in the Water

/ 20065.9172 voti

una fiaba musicale / 17 Ottobre 2011 in Lady in the Water

Questo film è una fiaba contemporanea in cui la ragione viene messa un attimo da parte e il surreale diventa realtà. L’alone di magia cala sugli inquilini di un condominio che senza farsi troppi problemi accettano i ruoli che vengono loro assegnati e decidono di entrare a far parte di una storia. Una narf (un’imprecisata creatura acquatica) di nome Story, la lady in the water del titolo, esce fuori dalla piscina condominiale e ha bisogno dell’aiuto dei vari inquilini per combattere una creatura malvagia che le dà la caccia e tornare nel luogo da cui è venuta. Una fiaba pura e semplice, il buono, il cattivo, gli aiutanti, un fine da perseguire e un pizzico di ingenuità. Sì perché ci vuole un po’ di ingenuità per tornare bambini, credere che tutto sia possibile ed entrare nell’atmosfera del condominio “incantato”. Se si è disposti a far tutto ciò questo film non vi deluderà, in caso contrario non sprecate tempo a vedere quello che vi sembrerà uno dei peggiori film mai realizzati nella storia del cinema.

ps: la colonna sonora non è niente male, a volte verrebbe voglia di zittire i personaggi solo per ascoltarla meglio

Lascia un commento

jfb_p_buttontext