Recensione su La notte dei morti viventi

/ 19687.8203 voti

Una pietra miliare del cinema horror. / 7 Febbraio 2021 in La notte dei morti viventi

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Una pietra miliare della storia del cinema horror, un film con una significativa metafora di fondo, una rappresentazione allegorica del pessimismo, della tragica e inquietante fine del sogno americano.
I protagonisti attaccati dagli zombie reagiscono non unendo le loro forze davanti alla minaccia degli zombie ma esasperando il loro individualismo, finendo così per soccombere.
Si può discutere a lungo su questo film, sulle sue varie interpretazioni, sui suoi messaggi più reconditi ma non è solo per questo che va ricordato questo capolavoro di Romero, va ricordato soprattutto per la sua pregevole fotografia in bianco e nero, per le innovazioni tecniche nelle riprese, per il gioco di immagini che Romero crea(c’è una scena piuttosto lunga nella quale i due personaggi principali non parlano e non succede nulla attorno a loro, eppure quella scena è talmente carica di tensione e di angoscia che riesce a darti un senso di paura molto più di una vera e propria scena di terrore).
Un capolavoro della storia del cinema, la rappresentazione di un incubo nel quale viviamo ancora oggi(i zombie di Romero in fondo non sono altro che gli emarginati che si ribellano contro chi li ha esclusi dalla vita sociale) ma soprattutto un film inconsciamente terrorizzante, un terrore che si insinua nello spettatore a poco a poco, fotogramma dopo fotogramma.
Un film straordinario, un esempio di come andrebbe sempre fatto il cinema.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext