Recensione su La migliore offerta

/ 20137.7609 voti

Una buona offerta. / 26 maggio 2014 in La migliore offerta

ATTENZIONE su indicazione dell'autore, la recensione potrebbe contenere anticipazioni della trama

Virgil Oldman è un battitore d’aste affermato ormai sessantenne agli apici della sua carriera. Una vita estremamente lussuosa la sua, ma di certo solitaria e abitudinaria. Tipiche del soggetto sono delle insicurezze dovute a un passato da orfano che sfociano in assai strane manie come quella di indossare costantemente i guanti a protezione da oggetti e persone. Tutto ciò però verrà presto stravolto dalla bizzarra richiesta delle giovane Claire, una 27enne che avendo perso entrambi i genitori si trova a dover vendere la proprietà e i beni di famiglia. Tuttavia nonostante sia una procedura a cui Oldman è abituato questa volta, pur avendo fatto della vista e del tatto le sue virtù, dovrà abituarsi ad utilizzare l’udito a causa della fobia a cui la ragazza è oramai da anni costretta. A tutta questa storia partecipa con incredibile coinvolgimento Robert, un giovane aggiusta tutto che si vedrà parte integrante della vita di Virgil. Sullo sfondo di questa storia vi è anche il ritrovamento di moltissimi pezzi che comporrebbero un automa del diciottesimo secolo costruito probabilmente da Jacques de Vaucanson. Un abilissimo Tornatore si lascia alle spalle la sicilianità autoimposta per via delle sue origini girando il film in giro per l’ Italia e l’Europa con padroneggiante sicurezza nelle inquadrature e nella sceneggiatura. Il rigore della narrazione lascia spazio a mirabolanti colpi di scena che elevano il film a una delle migliori offerte del regista.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext