Recensione su La matassa

/ 20096.3114 voti

5 aprile 2011

Discreta commedia con Ficarra e Picone che però mi erano piaciuti di più in “Il 7 e l’8”; in questo film si ride un pò di meno anche se compare di più l’effetto nostalgia.
Bellissime infatti le scene in cui riaffiorano i ricordi di gioventù dei due cugini prima che i litigi familiari li dividessero. Paolo (interpretato da Picone) è ipocondriaco e alla morte del padre eredita l’albergo di famiglia; Gaetano (FIcarra) combina matrimoni x stranieri (per fargli ottenere il permesso di soggiorno), è sposato egli stesso con una straniera, la bella Anna Safroncik, x gli stessi motivi. Si ritroveranno x caso e nonostante qualche litigata cercheranno di risolvere i dissapori familiari avendo a che fare anche con mafiosi e i russi. Alcune scene sono abbastanza divertenti, soprattutto nella seconda parte e il film è abbastanza godibile e simpatico.
Curiosità: la sposa russa (Bruttina) è una dei comici di Zelig

Lascia un commento

jfb_p_buttontext