Recensione su La La Land

/ 20167.8578 voti

Due film in uno / 27 Maggio 2017 in La La Land

Il film, curiosamente, consiste di due metà piuttosto diverse, quasi due film in uno: la prima leggera, umoristica, appena venata di nostalgia (il jazz di una volta che muore, i vecchi cinema che chiudono – e in fondo lo stesso musical è un genere nostalgico), in una Los Angeles da cartolina; la seconda più drammatica, piena di rimpianti, di occasioni perdute, di tradimenti delle proprie vocazioni. Il passaggio è abbastanza brusco, e lascia un poco spiazzati; ma contribuisce a rendere più vivace il film – anche se questo rimane nel complesso ancorato a formule molto collaudate e prevedibili. Nel finale i due film si ricompongono, e vediamo in un certo senso cosa sarebbe successo se la prima parte fosse arrivata fino in fondo (il che ci fa apprezzare di più la seconda).
Stone e l’impassibile Gosling sono più bravi a danzare che a cantare, ma lo sforzo rimane encomiabile.

Lascia un commento

jfb_p_buttontext